ArenAniene 2022. La programmazione dal 17 al 20 agosto

La rassegna è dedicata alla migliore e meglio premiata produzione cinematografica degli ultimi anni
Redazione - 17 Agosto 2022

Prosegue la programmazione di ArenAniene 2022 presso il Parco del Ponte Nomentano (altezza via Nomentana 416): nei giorni del 17, 18, 19 e 20 agosto vedremo avvicendarsi sullo schermo di questa rassegna dedicata alla migliore e meglio premiata produzione cinematografica degli ultimi anni Aria ferma di Leonardo Costanzo con Silvio Orlando e Toni Servillo (17 agosto), Criminali come noi di Sebastián Borensztein con Ricardo Darín e Luis Brandoni (18 agosto), Il grande spirito di Sergio Rubini con lo stesso Rubini e Rocco Papaleo (19 agosto), La fiera delle illusioni di Guillermo Del Toro con Bradley Cooper, Cate Blanchett, Toni Collette, Willem Dafoe, Richard Jenkins, Rooney Mara, Ron Perlman e David Strathairn (20 agosto).

La serata di mercoledì 17 agosto si aprirà alle ore 21.15 con la proiezione del film Ariaferma (drammatico, regia di Leonardo Di Costanzo – 2021/117′), vincitore del David di Donatello 2022 al Miglior attore protagonista e alla miglior sceneggiatura originale: ambientato in  un carcere in via di dismissione, dove sono rimasti soltanto qualche agente e pochissimi reclusi, il film racconta di un piccolo gruppo di detenuti che attende di essere trasferito in una nuova prigione. Giorno dopo giorno, in questa attesa, le regole perdono di importanza e, attorno a questo gruppuscolo di emarginati, si forma una fragilissima nuova comunità.

Giovedì 18 agosto la giornata si aprirà alle ore 18.30 con il laboratorio di Upcycling a cura di Legambiente Mondi Possibili e si concluderà alle 21.15 con la proiezione del film Criminali come noi (commedia, regia di Sebastián Borensztein – 2019/116′), vincitore del Premio Goya 2022 al Miglior film straniero: è basato sul romanzo La notte degli eroici perdenti di Eduardo Sacheri ed è ambientato nel 2001 in una cittadina sperduta nei pressi di Buenos Aires. Racconta la storia di alcuni amici che decidono di raccogliere una somma di denaro necessaria per acquistare alcuni silos abbandonati così da fondare una cooperativa agricola. Purtroppo la crisi economica incombe e il gruppo viene truffato dal direttore della banca e da un legale: tutti finiscono per perdere i pochi risparmi che avevano. Non avendo più nulla da perdere, decidono di non arrendersi e di vendicarsi del danno subito, di improvvisarsi criminali e di “rubare in casa di ladri”…

Venerdì 19 agosto la serata inizierà alle ore 21.15 con la proiezione del film Il grande spirito (commedia, regia di Sergio Rubini – 2019/113′), vincitore del Premio Flaiano al migliore interpretazione maschile: il film è ambientato in un quartiere della periferia di Taranto, quando durante una rapina, uno dei tre complici, un cinquantenne dall’aria malmessa, Tonino (Sergio Rubini), approfittando della distrazione degli altri due, ruba tutto il malloppo e scappa. Il suo è un gesto di riscatto nei confronti di chi non ha più rispetto del suo lungo e onorato curriculum delinquenziale, macchiato da un fatale errore, che gli è valso l’ignominioso appellativo di Barboncino. La corsa di Tonino procede di tetto in tetto fino a raggiungere la terrazza più elevata, oltre la quale c’è lo strapiombo, che lo costringe a cercare rifugio in un vecchio lavatoio. Lì trova uno strano individuo (Rocco Papaleo) dall’aspetto eccentrico: porta una piuma d’uccello dietro l’orecchio, sostiene di chiamarsi Cervo Nero, di appartenere alla tribù dei Sioux e aggiunge che il Grande Spirito in persona gli aveva preannunciato l’arrivo dell’Uomo del destino! Tonino si trova sotto assedio: il quartiere è presidiato dai suoi inseguitori e gli angoli delle strade controllate. In una immobilità forzata dovuta ad una caduta da un’impalcatura, con il bottino finito sepolto sotto una montagna di pietrisco in un vicino cantiere, falliscono i suoi tentativi velleitari di recuperare la refurtiva e di organizzare una fuga con l’ex-compagna Milena (Bianca Guaccero). Tonino è completamente solo. Non gli rimane che un’unica disperata alternativa: allearsi con quello squilibrato che si comporta come un pellerossa e che potrà forse fornirgli la chiave per uscire dal vicolo cieco in cui è finito.

Sabato 20 agosto in programma alle ore 21.15 La fiera delle illusioni (thriller, drammatico; regia di Guillermo Del Toro – 2021/150′), partecipazione nel 2021 al National Board of Review Migliori dieci film dell’anno: il film racconta di un giovane criminale che ha una relazione sentimentale con una psichiatra. La donna è una manipolatrice corrotta che, ad un certo punto, comincia ad ingannare anche lui.
Negli Stati Uniti d’inizio anni ’40, Stan, uomo senza averi e dal passato doloroso, si unisce a un luna park ambulante, dove impara i trucchi del mestiere dalla veggente Zeena e da suo marito Pete. Sedotta la giovane Molly, il cui numero consiste nel resistere alle scariche elettriche che le attraversano, parte con lei verso la grande città. Ambizioso e avido, diventa il Grande Stanton, indovino e sensitivo che col suo numero di pseudo occultismo seduce uomini ricchi e potenti e li convince di poter comunicare coi loro morti. La relazione con una psicologa ancora più spietata e calcolatrice lo porterà alla rovina.
ArenAniene, lo ricordiamo, apre quasi tutti i giorni già dalle 19.00 con uno spazio dedicato a upcycling (a cura di Legambiente Mondi Possibili), ad incontri di poesia, presentazioni di libri, spettacoli per bambini, anteprime di spettacoli teatrali, visite guidate a cura di Dino Ruggiero. L’upcycling, peraltro, descrive molto dell’approccio mentale di questa rassegna i cui arredi, non a caso, sono disegnati dalla direttrice artistica Patrizia Di Terlizzi proprio con questa tecnica: che non semplicemente riutilizza ma piuttosto costruisce oggetti artistici partendo da materiali semplici. L’intero allestimento dell’arena, peraltro, è curato dalla stessa direttrice artistica con materiali ecosostenibili in legno che si inseriscono perfettamente nel contesto del parco. La rassegna – che durerà  fino al 4  settembre – conferma la sua formula riassunta nello slogan “ogni sera un film che ha vinto un premio”: tutti i film in programmazione, in qualche modo, hanno avuto un’importante storia di Premi e di Festival nazionali e internazionali: che siano Venezia, Cannes, Berlino, Torino, Los Angeles, Taormina. E tornano ora qui, fra le strade di Montesacro che è stato quartiere di grandi artisti di alcune scene indimenticabili di Ladri di biciclette, girato come molti ricordano fra il Tufello e Trastevere. Una volta a settimana in programma un film (che ArenAniene ha denominato wild card) che non ha vinto alcun premio ma che, per la direzione artistica, è meritevole di speciale attenzione. Ad introdurre ciascuna proiezione sarà, sera per sera, la stessa direttrice artistica Patrizia Di Terlizzi che proporrà brevissime schede e curiosità sui film che il pubblico andrà a vedere. In programma anche alcuni importati incontri con grandi professionisti del cinema: il regista Simone Godano, il direttore della fotografia Alfredo Vetrò, il regista Gianluca Ansanelli e l’attore Giovanni Esposito.
“L’ArenAniene nasce dal sogno di realizzare un’arena cinematografica all’aperto in un luogo speciale, tra il fiume, gli alberi, e un ponte storico, il Ponte Vecchio, o Ponte Nomentano, che scavalca l’Aniene con il suo arco e gli inconfondibili merli ghibellini, nello storico quartiere di Montesacro. Un connubio tra natura e arte, con l’intento peraltro di restituire nuova bellezza a questa porzione di parco davanti a uno dei ponti storici e più caratteristici della Capitale. È proprio qui attorno che De Sica girò alcune scene di “Ladri di biciclette”. Così ci racconta questa rassegna la direttrice artistica Patrizia Di Terlizzi.
Ricordiamo che la 5a edizione della manifestazione, rassegna di film e iniziative culturali e ambientali, è  organizzata dalla cooperativa Tam Tam con la direzione artistica di Patrizia Di Terlizzi e quella organizzativa di Giulio Gargia, il contributo della Regione Lazio, il patrocinio del Municipio 3 e la collaborazione di Lega Ambiente/Mondi Possibili – Tavola Rotonda  e del Centro Diurno di via Monte Tomatico della ASL RM1.
Ingresso  6 euro, ridotto 5 euro
Info e prenotazioni: arenaniene@gmail.com; FB ArenAniene  contatti cell /whatsapp 366 3188501


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti