Laboratorio Analisi Lepetit

Campidoglio a CdQ: chiusura Casilino 900 va decisa con Prefetto

Il Presidente del VII Mastrantonio rinnova richiesta di incontro urgente per definire le procedure da attivare per lo spostamento del Campo Nomadi
Enzo Luciani - 3 Aprile 2009

«Quanto asserito  dal Comitato di Quartiere di Torrespaccata in merito allo spostamento del Campo Casilino 900 in un comunicato costruito isolando frasi dal loro contesto e stravolgendone il senso, non corrisponde minimamente alla realtà. Il Casilino 900 va chiuso. Questa è e rimane volontà di questa Amministrazione. Purtroppo lo spostamento di un campo di quelle dimensioni non è cosa che si può fare con uno schioccar di dita; inoltre tutta la materia inerente ai nomadi è stata demandata dal Governo nazionale al Prefetto di Roma in qualità di Commissario straordinario per l’Emergenza Nomadi».

Lo afferma in una nota del 2 aprile 2009 Luca Panariello, responsabile dei rapporti con i Cittadini e le Associazioni. «In considerazione di ciò – aggiunge Panariello – qualunque scelta relativa a chiusure, spostamenti, individuazioni di aree alternative e ricollocamenti di campi nomadi deve essere pianificata, concordata e condivisa con il commissario, Giuseppe Pecoraro. Questa è sia la posizione mia personale, in qualità di responsabile dell’Ufficio di staff del Sindaco per i rapporti con i cittadini e le associazioni, sia quella dell’Amministrazione. Aggiungo, a chiarezza definitiva, che tutto ciò è stato espresso per iscritto al Comitato di Quartiere già a novembre 2008».

Sullo stesso argomento Il Presidente del Municipio Roma 7 Roberto Mastrantonio ha stilato un comunicato in data 3 aprile a seguito delle affermazioni apparse sulla stampa locale del delegato del Sindaco dott. Luca Panariello

In merito alla sorte del Campo Nomadi Casilino 900 il quale ha affermato che: il Casilino 900 “sarà ridimensionato ma non smantellato e trasferito” ha nuovamente richiesto con una ulteriore lettera dopo quella inviata il 30 marzo  indirizzata al Prefetto di Roma dott Giuseppe Pecoraro e per conoscenza al Sindaco di Roma On. Gianni Alemanno una richiesta di incontro urgente per definire le procedure da attivare per lo spostamento del Campo Nomadi Casilino 900 come a più riprese ha dichiarato il Sindaco in varie occasioni, sia attraverso organi di stampa che in occasioni di incontri con i cittadini, le associazioni che a vario titolo si sono rivolti a lui per conoscere le decisioni che si intendevano adottare per risolvere l’ormai trentennale problema che interessa il Parco Archeologico di Centocelle chiuso ormai da molti mesi.

Il Presidente chiede contestualmente oltre al trasferimento del Campo Nomadi anche la riapertura del Parco Archeologico, riapertura che i cittadini chiedono da molto tempo alle istituzioni.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti