CIAMPINO: cittadini e istituzioni locali chiedono meno voli

Sabato 10 marzo alle 15 davanti all'aeroporto, assemblea pubblica per una immediata riduzione dei voli sullo scalo di Ciampino
Riceviamo e pubblichiamo - 8 Marzo 2007

La Rete dei Cittadini e dei Movimenti, a seguito del positivo risultato di partecipazione e della grande adesione agli obiettivi della prossima assemblea pubblica, riscontrati durante la conferenza stampa del 7 marzo, intende ribadire che tutte le istituzioni locali, ossia i tre sindaci di Ciampino, Marino e X Municipio di Roma, nonché molti capigruppo della Provincia e della Regione, hanno aderito all’appello inviato dai cittadini per chiedere una immediata riduzione dei voli sullo scalo di Ciampino a difesa della loro qualità della vita e della salute, e parteciperanno all’assemblea pubblica indetta per sabato 10 marzo alle 15 davanti all’aeroporto di Ciampino.

L’8 marzo anche il Sottosegretario del Ministro dell’Ambiente Dettori  ha ammesso che c’è un "pesante impatto sanitario ed ambientale" a causa dell’aeroporto e che si assume l’impegno per una riunione interministeriale per portare con urgenza questa situazione all’attenzione del Governo.

Per un banale ritardo nella comunicazione delle adesioni, anche dovuto al breve tempo a disposizione per l’organizzazione dell’iniziativa, nei manifesti in corso di affissione manca, tra i sottoscrittori, il nome del sindaco di Marino, Adriano Palozzi, che invece aderisce all’appello e sarà comunque presente nell’assemblea di sabato, insieme con i cittadini, i movimenti, le associazioni e le altre istituzioni locali.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti