Come riconoscere amministratori di condomino seri ed affidabili a Roma

Redazione - 29 Novembre 2019

Come si fa a trovare un buon amministratore di condominio a Roma?
Gli amministratori di condominio a Roma, come nelle altre città d’Italia, per svolgere quest’attività devono essere ben formati e, soprattutto, devono rispondere a dei precisi requisiti.
Per trovare quello che possa fare al caso vostro, è bene quindi tenere sotto controllo tutti quelli che sono i requisiti previsti dalla legge e sceglierlo secondo dei criteri ben precisi.

La scelta di un amministratore di condominio, infatti, deve essere fatta in maniera molto attenta, seguendo una serie di passaggi. Ad esempio, è molto importante chiedere un preventivo alla persona che si intende scegliere come amministratore, in modo tale da avere un compenso ben chiaro davanti. Infatti, il compenso generale di un amministratore di condominio non è stabilito dalla legge ma dalla singola persona, pertanto, è molto importante chiederlo prima.

Inoltre, è bene accertare la sua formazione che deve essere costante e garantita nonché, periodicamente, ripresa.

Questi sono solo alcuni punti da prendere in considerazione quando si deve nominare un amministratore di condominio. Scopriamo, nel dettaglio, tutti i passaggi.

Tutti i passaggi da seguire per scegliere dei buoni amministratori di condominio

Innanzitutto, è bene sottolineare che gli amministratori di condominio, secondo quanto previsto dalla legge, per svolgere questa professione devono possedere dei requisiti essenziali: avere almeno il diploma di scuola superiore, essere formati, aver fatto un corso per diventare amministratore, non avere condanne penali definitive per reati contro la pubblica amministrazione o contro il patrimonio e in più non devono essere protestati.

Oltre a questi requisiti, un buon amministratore di condominio deve possederne altri a livello personale.
Primo tra tutti, deve avere un buon carisma, deve avere una capacità organizzativa soddisfacente, deve essere in grado di gestire lo stress e, inoltre, dev’essere in grado di gestire, in maniera positiva, le liti che possono nascere tra i condomini.

La cosa migliore da fare, quindi, sarebbe quella di trovare tutti gli iscritti nella provincia di competenza tra gli amministratori di condominio e fare una serie dei colloqui. Solo attraverso un incontro faccia a faccia, sarà possibile capire la persona che si ha davanti, chiedere il prezzo del suo compenso, capire la sua disponibilità e la competenza che offre per poter tutelare la nostra casa.

L’importanza della formazione degli amministratori di condominio

Uno degli elementi chiave per la scelta dell’amministratore di condominio è, sicuramente, la sua formazione.

La formazione non deve essere fatta in un’unica ed esclusiva volta ma deve essere aggiornata, in maniera continua, nel tempo. Formazione e capacità organizzativa sono, infatti, due aspetti che vanno sviluppati e migliorati giorno dopo giorno.

Solo attraverso attestati o risultati comprovabili, si potrà verificare nel dettaglio il tipo di formazione effettuata dall’amministratore di condominio.

Come vengono nominati gli amministratori di condominio

La nomina degli amministratori di condominio deve essere fatta in comune accordo durante l’assemblea condominiale.

Qualora, un amministratore di condominio non dovesse rispettare tutti quelli che sono i compiti previsti dalla normativa vigente, può essere revocato, in qualsiasi momento, dal suo incarico per giusta causa.

Tuttavia, per evitare inutili perdite di tempo e spiacevoli situazioni è pertanto preferibile scegliere con cura l’amministratore di condominio prima che venga nominato in assemblea.

 

Riferimenti

IMMOBIL STUDIO SAS

https://www.immobilstudio.roma.it/

Partita iva: 08862951004

Via di Boccea 691d/693, 00166 Roma (RM)

Telefono: 0661563435

Cell: 3518017712

amministrazione@immobilstudio.roma.it


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti