Consiglio, bagarre sul patrimonio capitolino

Presentato esposto a Corte dei Conti contro "Affittopoli"
Redazione - 13 Febbraio 2015

Che la discussione sulla dismissione del patrimonio pubblico sarebbe stata complicata si era preannunciata dalle polemiche che nei giorni scorsi avevano accompagnato il tema. Ma nessuno si aspettava, ieri 12 febbraio, una vera e propria bagarre in aula. La situazione si è iniziata a riscaldare quando il Nuovo Centrodestra ha alzato dei cartelli con la scritta “Svendesi”. Il riferimento è chiaramente alle case comunali in pieno centro storico affittate a prezzi più che di favore (si parla di 20 euro al mese per 70 mq).

centro-storico-di-romaSuccessivamente il capogruppo della lista Marchini Alessandro Onorato ha posizionato, come provocazione, sugli scranni della presidenza, una sagoma del sindaco Marino interrompendo la relazione dell’assessore Cattoi. Ed è proprio da questo momento che la situazione è degenerata fino ad arrivare ad una discussione animata, con tanto di urla e spintoni tra Onorato ed il capogruppo di Lega dei Popoli, Marco Pomarici da una parte e il consigliere Pd, Orlando Corsetti dall’altra. Anche la consigliera del Pd, Erica Battaglia, è intervenuta in difesa di Corsetti cercando di strappare la sagoma dalle mani dei consiglieri di opposizione.

Intanto deputati e consiglieri annunciano di voler far luce sulla vicenda e presentano un esposto alla Corte dei Conti. Come proseguirà la vicenda è ancora tutto da capire. Quello che è certo è che il nuovo scandalo, definito “Affittopoli”, si aggiunge alla lunga lista di beghe a cui devono far fronte il Sindaco Marino ed ora, anche la Procura di Roma.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti