Criminalità nel quartiere La Rustica

Un lettore scrive al Sindaco Alemanno lamentando il degrado ed il ripetersi di furti nel proprio quartiere
le e-mail dei lettori - 19 Novembre 2008

Mi chiamo Luigi Gullì, abito in via Francesco Vitalini 42, praticamente di fianco alla fermata La Rustica Città, il mio condominio ultimamente è stato oggetto di ripetuti tentativi di furto e di furti portati a termine, l’ultimo nella notte del 19 novembre. Qualcuno si è introdotto nel nostro parcheggio condominiale e dopo aver sfondato i finestrini di tre auto è riuscito a portare via lo stereo di quest’ultime.
E visto che in questi ultimi mesi, dopo l’insediamento del sig. Sindaco Alemanno, gli atti di criminalità sono aumentati, mi chiedevo dove è quando le azioni promesse in campagna elettorale verranno attuate.
Inoltre vorrei segnalare “l’ottimo lavoro” svolto dalla TAV, che avendo costruito lo scatolare in modo tale da sovrastare la proprietà del nostro condominio ha offerto un ottimo punto di osservazione nelle nostre case. Chiaramente se qualcuno volesse venire a vedere nel nostro parcheggio condominiale si renderebbe conto del danno che ha provocato la costruzione dello scatolare "con vista", difatti le abitazioni colpite da furti e tantivi di furto sono guarda caso quelle più visibili dall’alto dello scatolare, e le auto colpite questa notte sono le uniche che non avevano l’allarme e lo stereo non di serie. E’ evidente che chi a fatto il colpo ci osserva e prende nota delle nostre abitudini.
Sono convinto che questo mio sfogo finirà nel cestino come sempre, ma spero che qualcuno prima di cestinarla voglia farla pervenire al sig. Sindaco Alemanno e che questi voglia farci la cortesia di venire a vedere nel nostro quartiere come il degrato e la criminalità (alta presenza di nomadi) stiano distruggento un quartiere che fino a qualche anno addietro era un piccolo gioiello.
Ringrazio chiunque avrà perso qualche minuto del suo prezioso tempo per leggere queste poche righe e spero che questo qualcuno abbia la cortesia di volermi e volerci dare una mano a risolvere il nostro problema.

Luigi Gullì


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti