Da Colli Aniene e dintorni

“Scarpe rosse in città” - 8° Festival di Teatro Brillante "Colli Aniene - Roma" - La linea 058 attraverserà il quartiere diretta verso Tor Vergata
Antonio Barcella - 2 dicembre 2018

Mostra fotografica “Scarpe rosse in città” – Il liceo artistico Enzo Rossi contro la violenza sulle donne

A partire dal 23 novembre e fino al 1° dicembre, presso Villa Farinacci in via Russeau 90 – Roma, il Liceo Artistico Statale Enzo Rossi di via del Frantoio ha presentato una mostra fotografica e uno spettacolo teatrale in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. La mostra fotografica riprende il tema “Scarpe rosse in città” che sono diventate simbolo della lotta contro il femminicidio e la violenza contro le donne, grazie all’artista Elina Chauvet che le utilizzò per la prima volta in un evento pubblico, davanti al consolato messicano di El Paso, in Texas, per ricordare le centinaia di donne uccise nella città messicana di Juarez. Era il 27 luglio del 2012 quando Elina Chauvet volle rompere il silenzio e l’omertà sui fenomeni di sparizione delle giovani donne messicane di età compresa tra i quindici e i venticinque anni e del ritrovamento dei loro corpi senza vita nel deserto. Tutte vittime di una violenza spietata che veniva minimizzata dalle autorità locali. Molte di quelle ragazze erano studentesse e molte altre lavoratrici delle Maquiladoras, fabbriche che impiegano manodopera a bassissimo costo. Elina raccolse tra i suoi conoscenti trentatré paia di scarpe rosse e le installò nello spazio urbano di Juárez. Da quel giorno le scarpette rosse, dello stesso colore del sangue versato da tantissime donne in tutto il mondo, sono diventate il simbolo della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.

Per la giornata inaugurale dell’evento (il 23 novembre), i ragazzi del Liceo Artistico hanno rappresentato una esibizione teatrale tratta dallo spettacolo “Non saremo promesse spose”. Lo spettacolo di Teatro-Danza integrato, che permette di ripensare la definizione stessa di persona, i suoi diritti, la sua dignità e la sua complessità. Detto spettacolo è stato realizzato dagli studenti in collaborazione con la Cooperativa Manto.

Intervenuti all’inaugurazione gli assessori del IV Municipio alla Cultura Stefano Rosati, Alle pari opportunità Isabella Parrilla, la Presidente della Commissione Pari Opportunità Noemi Arcese, la Dirigente Scolastica del Liceo Artistico “Enzo Rossi” Mariagrazia Dardanelli.

 

8° Festival di Teatro Brillante “Colli Aniene – Roma”

Il 1 e 8 dicembre 2018 appuntamento con il tradizionale evento teatrale, ormai diventato sempre più un punto di riferimento culturale per il nostro territorio: l’8° Festival di Teatro Brillante Amatoriale “Colli Aniene – Roma”. La manifestazione è promossa dall’Associazione Culturale e Teatrale “I SCOORDINATI” in collaborazione con le Associazione “IL FORO” e “AIC”. Presso il teatro della Sala Falconi della Associazione AIC (Associazione Italiana Casa) in Largo Nino Franchelucci, 69 (ingresso anche dal sottopasso di Via Eduardo D’Onofrio, 50). Protagoniste sei compagnie di Roma, Napoli e provincia con in scena dei corti teatrali.

L’idea di portare in scena dei corti teatrali è venuta agli organizzatori del Festival per far conoscere agli spettatori un tipo di spettacolo alternativo alle classiche commedie ma molto apprezzato nelle diverse rassegne organizzate ad hoc. Essendo di durata massima di 30 minuti si ha modo di apprezzare più corti teatrali, in questa occasione addirittura sei concentrate su due giornate.

L’esordio è stato il 1 dicembre alle 20,45 con lo spettacolo fuori concorso: “Il QUINTAROLO” di Alessandro Cau della Compagnia “QUINTOATTO” di Mentana, mentre in concorso erano

“L’ASCENSORE” dI Alvaro Cortoni della Compagnia “TRE PER CASO” di Cave

“PARADOSSIADI” di Lodovico Bellè della Compagnia “GLI ASSURDUE” di Roma

“CUL DE SAC” di Marco Fiorani della Compagnia “PICCOLO PALCOSCENICO” di Pomezia

Il programma nel dettaglio prevede Sabato 8 dicembre alle 18.00, in concorso:

“UNA VITA TRANQUILLA” di Enzo Ardone della Compagnia “LA BOTTEGA DEI REBARDO’” di Roma

“LE DONNE DI EDUARDO” di Roberta Principe della Compagnia “VULIMM’ VULA’” di Napoli

“LA SIGNORA DEGLI ANELLI” di Sandro calabrese e Marco Oddi della Compagnia

“I PALCOSCEMICI” di Roma

A seguire verrà offerto al pubblico un buffet con intrattenimento musicale del cantante MASSIMILIANO BELLI e la consegna delle targhe ai vincitori.

 

Il nuovo itinerario della linea 058 attraverserà Colli Aniene diretta verso Tor Vergata

Per andare incontro alle richieste di studenti, residenti, familiari ed associazioni, un nuovo collegamento faciliterà gli spostamenti dei cittadini in periferia che ogni giorno devono raggiungere il polo ospedaliero di Tor Vergata nella zona est di Roma. A partire da lunedì ci sarà una connessione diretta tra la stazione della metro B di Ponte Mammolo e l’Università di Tor Vergata che ospita questo importante presidio: la linea 058 sarà prolungata. Non si tratta di una rivoluzione ma di un intervento che migliorerà la vita di tante persone. Ad esempio, per i residenti del quartiere di Tor Sapienza significa un nuovo servizio, un tragitto che permetterà di raggiungere, oltre che l’università di Tor Vergata, la rete ferroviaria e il nodo di interscambio di Ponte Mammolo dal quale prendere i mezzi pubblici e spostarsi in città.

La linea attuale dell’autobus connette i quartieri Tor Bella Monaca e Collatino alla metro C San Giovanni-Monte Compatri. Con questo intervento verrà ampliata a nord verso Ponte Mammolo e a sud verso il Policlinico di Tor Vergata e la Facoltà di Medicina.

Il nuovo servizio è stato istituito grazie al lavoro della Commissione Mobilità di Roma Capitale, dei Municipi e di Atac, che ha deciso di investire sui territori più decentrati attraverso la puntuale riorganizzazione del trasporto pubblico.

Si tratta di un ulteriore passo avanti per unire la periferia alle zone centrali della capitale. Gli autobus partiranno dalla stazione di Ponte Mammolo, percorreranno una corsia preferenziale su viale Palmiro Togliatti, proseguiranno su via Casilina per poi deviare nel comprensorio universitario verso il Policlinico e il nuovo capolinea della Facoltà di Medicina di Tor Vergata.

I cittadini, e soprattutto i residenti di Tor Sapienza, che avevano rilevato le disfunzioni della linea, potranno raggiungere direttamente il Policlinico con l’autobus, senza dover ricorrere al mezzo privato. Sarà più agevole accedere ai servizi per la salute erogati dalla struttura pubblica come esami, terapie e visite specialistiche, oltreché arrivare alla tratta blu e da qui nelle zone centrali della città.

Ora non resta che sperare che la frequenza di questa nuova linea avvenga attraverso periodi brevi di attesa altrimenti sarà l’ennesimo fallimento di una cosa che nasce bene negli intenti ma viene ignorata dall’utenza perché non rispondente alle esigenze di lavoratori e studenti.

Antonio Barcella

 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti