Da oggi online culture.roma.it


In un unico spazio web per tutta la programmazione delle istituzioni e dei progetti dei bandi cultura di Roma Capitale
Redazione - 17 Dicembre 2020
Online da oggi 17, dicembre 2020, un nuovo sito e una nuova identità visiva che raccontano la pluralità, e allo stesso tempo l’unità, di un insieme di luoghi, attività, servizi e attività promosse da Roma Capitale. Un unico spazio web, culture.roma.it, racchiuderà i richiami a tutta la ricchezza e la varietà del patrimonio storico, artistico, scientifico e di creatività contemporanea messo a disposizione da Roma Capitale.

Altra novità in partenza da oggi – visibile sul nuovo sito – è il nuovo brand “Culture”. Il logo identifica tutta la programmazione culturale cittadina promossa dall’Assessorato alla Crescita culturale, che comprende le strutture e le attività del Dipartimento Attività Culturali, della Sovrintendenza capitolina ai beni culturali, delle Biblioteche di Roma e degli enti partecipati.

Così realtà con storie diverse ma obiettivi comuni, che ogni anno danno vita a migliaia di eventi culturali piccoli e grandi, verranno riunite in un unico sito. Un solo spazio presenta così i Musei, Teatri, Biblioteche, Cinema e Musica e le attività che vi si svolgono. Queste le sezioni del portale che rappresentano le diverse istituzioni culturali cittadine e i luoghi vissuti e amati da tutti: Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la rete delle quaranta Biblioteche di Roma, la Casa del Cinema, la Fondazione Cinema per Roma e il Nuovo Cinema Aquila, la Fondazione Musica per Roma con l’Auditorium Parco della Musica e la Casa del Jazz, l’Azienda speciale Palaexpo che nel Polo del Contemporaneo riunisce Palazzo delle EsposizioniMacro Mattatoio, la Fondazione Romaeuropa, il Teatro dell’Opera di Roma, il Teatro di Roma con i teatri ArgentinaIndiaTorloniaValle, e la rete dei Teatri in Comune, la Sovrintendenza Capitolina con la sua rete di musei, spazi archeologici, parchi e ville storiche. Oltre a notizie e informazioni su tutti gli eventi e attività promosse dal Dipartimento Attività culturali attraverso tra l’altro il sistema di bandi triennali a sostegno degli operatori culturali indipendenti e che oggi sono raccolti all’interno del grande contenitore di Romarama. Un’offerta ricchissima e diversificata che, da oggi,  si presenta attraverso un nome comune plurale, “Culture”: tante e diverse come le storie, i linguaggi e le forme espressive che animano la città.

“Semplificare la comunicazione per arrivare a tutti: questo l’obiettivo del nuovo brand Culture e del nuovo sito culture.roma.it che vuole far arrivare in maniera più immediata le informazioni di attività ed eventi oggi online a tutti i cittadini e a tutti gli utenti del web. Abbiamo lavorato per far sì che questa crisi globale possa essere per la fruizione culturale online una crescita e con questo nuovo sito oggi apriamo a chiunque, romani e non, la nostra enorme ricchezza storico-artistico, archeologica come contemporanea” così la Sindaca di Roma Virginia Raggi.
“Il nuovo brand Culture nasce oggi, alla fine del 2020, a conclusione di un lungo lavoro di riordino del sistema culturale cittadino che abbiamo avviato già nel 2016. Un altro risultato importante del nostro lavoro, che crea le premesse per una progressiva integrazione del sistema dell’offerta culturale a Roma, che in futuro potrà prevedere lo sviluppo di servizi sempre più evoluti per il cittadino. La nostra ferma volontà, che la crisi aperta dalla pandemia non affievolisce, è sostenere la produzione culturale e la valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale al fine di renderlo sempre più accessibile alle persone che vivono questa straordinaria città. Di questo impegno fa parte rendere più comprensibile la ricchissima offerta proposta dall’amministrazione cittadina semplificando la ricerca e chiara la relazione che intercorre tra l’amministrazione e i diversi soggetti che ne sono protagonisti” dichiara il Vicesindaco di Roma Luca Bergamo.

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti