Dal centro sportivo occupato di via degli Alberini disturbo della quiete pubblica

Un esposto-denuncia degli abitanti di via Balabanoff a Colli Aniene
Rubrica e-mail dei lettori - 28 Gennaio 2008

Gli abitanti di Via Balabanoff che affacciano sul via degli Alberini (quasi cento famiglie) sono al colmo dell’indignazione. Infatti tra le ore 22 di venerdì 11 e le 8,30 di sabato 12 gennaio, dai piccoli edifici complementari al realizzando impianto sportivo di via degli Alberini a Colli Aniene, la musica, il cui impatto rumoroso misurato con apposita strumentazione ha superato di gran lunga la soglia consentita dalla legge, ha tenuto sveglie almeno duecento persone.



Del fatto è stato inviato all’autorità preposta un esposto-denuncia che, oltre l’accaduto, denuncia lo stato di degrado e il danneggiamento dei manufatti di cosa pubblica ancora in fase di completamento.



Nell’esposto si sottolinea la violenza ininterrotta per più di dieci ore, perpetrata nei confronti dei cittadini con l’imposizione di schiamazzi e musica ad alto volume nelle ore notturne; l’improprio ed arbitrario utilizzo di edifici realizzati con soldi pubblici e finalizzati quindi alla pubblica utilità. Si chiede infine ai competenti Organi istituzionali di chiarire: se l’utilizzo di quei manufatti sia regolato da un contratto con l’Amministrazione Comunale e se così fosse, se tale contratto sia legittimo in considerazione del fatto che i lavori di costruzioni non sembrano a tuttoggi ultimati; se gli edifici sono dotati di certificato di agibilità; se l’erogazione di energia elettrica sia compatibile con la regolarità contrattuale e quindi con la regolarità amministrativa degli edifici (fine lavori, collaudo, agibilità).



Viene pure richiesto alle autorità competenti di attivare un controllo sui livelli di rumore nelle notti in cui si svolgono i festini e di appurare se all’interno delle costruzioni sia spacciata droga, come numerose voci circolanti nel quartiere sostengono.

F. C.

Commenti

  Commenti: 1

Commenti