Degrado alla stazione di Acilia

Azuni (SEL): "ammiistrazione capitolina trovi soluzione rapida e concreta"
Redazione - 10 Ottobre 2013

La stazione di Acilia, lungo la tratta Roma-Lido, continua a versare in uno stato di abbandono assoluto, in particolare nelle ore pomeridiane e serali, e ciò malgrado le numerosissime denunce da parte dei cittadini.

A denunciarlo in una nota Maria Gemma Azuni, consigliera Sel di Roma Capitale.

“Biglietteria chiusa, scale mobili e ascensori spenti – prosegue Azuni – completamente inaccessibile alle persone anziane e disabili.
Nella stazione il degrado regna sovrano, le sue infrastrutture risalgono a più di 60 anni fa e sono state interessate solo da qualche sporadica opera di ammodernamento, che non risolve le esigenze dell’utenza di un territorio in cui l’edilizia residenziale ha proliferato e, negli ultimi 40 anni, ha determinato un notevolissimo incremento demografico.

In questa nuova situazione, tuttavia, non si è determinato un ampliamento ed un miglioramento quantitativo e qualitativo dei servizi, in particolar modo del trasporto pubblico.

L’Amministrazione Capitolina assuma con determinazione l’impegno per una soluzione rapidissima e concreta, sollecitando ATAC, e quanti sono tenuti a recuperare la stazione di Acilia ad una condizione decorosa e funzionale, a lavorare senza più perdersi nei labirinti delle cattive burocrazie”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti