Ecco gli appuntamenti digital da lunedì 27 aprile al 3 maggio a Roma

Proseguono le attività su web e social con il programma #laculturaincasa
Bruno Cimino e Bruna Fiorentino - 27 Aprile 2020

Roma Capitale prosegue le attività su web e social con il programma #laculturaincasa. Sono tantissimi gli appuntamenti, gli approfondimenti e i video che le istituzioni culturali di Roma Capitale mettono a disposizione online per tutti, per tutta Italia, in questo periodo. Questi alcuni dei contenuti digital disponibili per la settimana fino a domenica 3 maggio. Il canale social @culturaaroma darà aggiornamenti quotidiani con hashtag #laculturaincasa e #laculturaincasaKIDS con le inziative dedicate a bambini e ragazzi. 

Da questa settimana hanno aderito al programma #laculturaincasa alcune Accademie e Istituti di Cultura Internazionali presenti in città, come lAccademia di Romania che a questo link rimanda ad una serie di appuntamenti digital https://www.icr.ro/roma/muzicieni-romani-la-roma-o-stagiune-muzicala-virtuala/it; il Forum Austriaco di Cultura che sul sito https://www.austriacult.roma.it/ e su Facebook https://www.facebook.com/ForumAustriaco/pubblica diversi video disponibili sulla pagina del singolo evento per una settimana; l’Accademia Reale di Spagna che continua a raccontare ogni giorno sui canali social ufficiali la presentazione di borsisti residenti con dei brevi video visibili sui canali social https://www.facebook.com/accademiareale.dispagna/https://www.instagram.com/academia_espana_roma/, https://twitter.com/raeroma. Ha aderito a #laculturaincasa anche l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici che propone contenuti inediti e in particolare una nuova serie di podcasts per un pubblico giovane, ideata dal Dipartimento di storia dell’arte https://www.villamedici.it/podcasts-storie-e-voci-da-villa-medici ed ancora l’Accademia d’Ungheria di Roma con un programma di contenuti su Facebook https://www.facebook.com/Accadung/. Racconteranno con #laculturaincasa anche il Forum Austriaco di Cultura su https://www.austriacult.roma.it/ e su https://www.facebook.com/ForumAustriaco/ e l’Academia Belgica continua la diffusione delle proprie attività attraverso una newsletter disponibile sul sito web dell’Academia www.academiabelgica.it e sulla pagina facebook dell’istituto @academiabelgica. La segreteria Culturale dell’IILA, grazie al contributo delle Ambasciate dei Paesi latinoamericani membri, realizza una raccolta di link a piattaforme gratuite per portare il cinema latinoamericano a casa (https://www.centrodecine.go.cr). Aggiornamenti su @culturaliila su Facebook e Instagram. Anche l’Instituto Cervantes di Roma prosegue la diffusione on line delle culture ispaniche con una rassegna di cinema costaricano, in collaborazione con l’Ambasciata del Costa Rica: cinque film inediti accessibili da Vimeo con la password ottenuta tramite la pagina FB. Sul canale YouTube workshop per bambini alla scopert di Dalí. Il Forum Austriaco di Cultura organizza eventi online per una settimana su https://www.austriacult.roma.it/ e su https://www.facebook.com/ForumAustriaco/. Ed inoltre l’Accademia Roma Villa Massimo propone una serie di attività ad opera degli artisti residenti a Villa Massimo e varie rubriche per i social #artepervillamassimo, #oggiinvilla, #diddyouknow #historyfacts.

MUSEI CIVICI. Settimana digital con numerosi appuntamenti sui social @museiincomuneroma.it e @SovrintendenzaCapitolina: oltre ai consueti percorsi tematici, alla scoperta delle opere dei Musei in Comune e dei monumenti cittadini grazie alla guida degli storici dell’arte e degli archeologi, saranno a disposizione degli utenti nuove storie arricchite da altrettante curiosità.

Per il ciclo di incontri I martedì da Traiano questa settimana, da non perdere, la videoconferenza in diretta sulla piattaforma Zoom​ dal titolo Il Foro di Augusto: modello per le città dell’Impero? ai Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali, martedì 28 aprile dalle 16.30 a cura di Lucrezia Ungaro. Proseguono martedì 28 aprile e venerdì 1 maggio gli appuntamenti con il Museo dei Musei. I Musei Capitolini attraverso il racconto delle collezioni storiche.

E poi, sempre da piazza del Campidoglio, prosegue la rubrica #GiocaconiCapitolini, dove entrano in campo direttamente i visitatori da casa, i quali devono scoprire le differenze tra due immagini apparentemente identiche di alcuni capolavori del Museo: lunedì 27 aprile, al centro del gioco sarà il Cratere di Aristonothos, esemplare della ceramografia arcaica ospitato a Palazzo dei Conservatori, in cui è raffigurato l’accecamento di Polifemo. La soluzione si scoprirà giovedì 30 aprile.

Tra le conferme della settimana, mercoledì 29 aprile torna il progetto #conNoilungoleMura, il racconto a puntate dedicato alla riscoperta del più grande e imponente dei monumenti cittadini: le Mura Aureliane. Attraverso brevi video, diffusi sulla pagina Facebook del Museo delle Mura, sarà possibile seguire un itinerario virtuale lungo tutto il circuito murario. Si continua a parlare della storia di Porta Flaminia con una puntata dal titolo Le inquiete ombre di Porta del Popolo. 

Sarà la Centrale Montemartini la protagonista delle due rubriche #lemostreincasa e #ilmuseoincasa. Si inizia lunedì 27 aprile con l’iniziativa #lemostreincasa, il ciclo di appuntamenti con approfondimenti, aneddoti e storie legate alle opere delle mostre in corso: è in programma il terzo appuntamento con la mostra I Colori degli Etruschi

Il Museo Pietro Canonica propone martedì 28 aprile In Accademia a 11 anni, terza puntata del progetto divulgativo in podcast audio Radio Canonica dedicato alla vita e alle opere dello scultore piemontese. Ancora, ai Musei di Villa Torlonia, venerdì 1 maggio, il terzo appuntamento per ascoltare la voce di Giulia Mafai, figlia di Mario Mafai e Antonietta Raphael, due artisti ampiamente rappresentati nel Museo della Scuola Romana.

Tra le attività dedicate ai più piccoli, il Museo Carlo Bilotti propone l’attività Arreda la tua stanza metafisica, offrendo ai più piccoli la possibilità di divertirsi arredando una stanza vuota, una rielaborazione scherzosa del dipinto di de Chirico Interno metafisico con biscotti. I bambini potranno stampare i disegni e ritagliare e collocare nella stanza alcuni mobili tratti da dipinti dechirichiani cambiandone la disposizione a proprio piacimento.

Passando virtualmente da villa Borghese a Villa Torlonia, il Museo della Casine delle Civette continuerà, martedì 28 aprile e sabato 2 maggio, a raccontare la dimora del Principe Giovanni Torlonia con i nuovi appuntamenti de La Casina delle Meraviglie.

Prosegue inoltre Impara l’arte con Bonaparte: sui canali web e social del Museo Napoleonico, bambini e ragazzi potranno continuare a giocare, imparando la storia della famiglia Bonaparte e del generale di Ajaccio.

Dedicata agli invertebrati la prossima rubrica sulla pagina facebook del Museo Civico di Zoologia con il titolo Il fascino degli invertebrati e la pubblicazione di 2 video sugli insetti, a cura del Responsabile della Collezione entomologica, dott. Roberto Casalini, e un articolo con la foto di due  esemplari di spugna gigante, scritto dalla dott.ssa Annamaria Epiceno, Responsabile della Collezione degli invertebrati.  

Appuntamento fisso settimanale è ormai quello con gli astronomi del Planetario di Roma e le due web-series da loro curate. La quarta puntata di Astri in Comune dal titolo Lune in Museo, mercoledì 29 aprile, vedrà gli astronomi del Planetario di Roma alle prese con opere dedicate alla regina della notte. La luna è presente sia sotto forma di personaggio divino e mitologico sia come elemento del paesaggio, più o meno collegato a ricorrenze del calendario. Nel frattempo continua, con una nuova descrizione enigmatica, il contest dedicato alla caccia alle opere celesti dei Musei in Comune.  

Venerdì 1 maggio quinta puntata di Il cielo dal Balcone intitolata Bootes e Cani da Caccia, per  proseguire l’esplorazione della regione nordorientale del cielo alla scoperta del Bootes, l’agricoltore celeste, e della sua brillantissima stella: Arturo. Per seguire e scaricare i podcast è sufficiente andare sul sito www.planetarioroma.it.

PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI. Anche questa settimana #IPianiDelPalazzo, palinsesto digital del Palazzo si arricchisce di nuovi contenuti e materiali d’archivio. Tra gli appuntamenti lunedì 27 aprile alle 10.00 la conferenza Come si guarda un cartone animato. Da Biancaneve a Gli Incredibili di Riccardo Falcinelli, primo appuntamento della rassegna A regola d’arte organizzato in occasione della mostra “Pixar. 30 anni di animazione”. Riccardo Falcinelli, graphic designer, racconta alcuni classici Disney e Pixar come fossero opere d’arte di epoche lontane, mostrando i meccanismi che fanno funzionare le immagini: la forma, il punto di vista, la tecnologia e il ritmo. Martedì 28 aprile alle 10.00 le Filastrocche del laboratorio d’arte. Una filastrocca, un illustratore, una mostra. Parole e segni si uniscono per creare una pagina speciale che invita piccoli e grandi a partecipare a un progetto collettivo. Secondo appuntamento con Massimiliano Di Lauro. Giovedì 30 aprile alle 13.00, per il ciclo di incontri dedicati a Jim Dine, in programma la conferenza su La minigonna di Mary Quant: l’inizio dell’anticonformismo nella moda. Clara Tosi Pamphili introduce alla moda degli anni Sessanta che in contrasto con la società adulta, consumista e guerrafondaia, ha espresso un abbigliamento infantile, androgino e battagliero. Ed infine, sabato 2 maggio, per la rassegna La Democrazia dello Sguardo, incontro con Giovanna Silva e Alberto Saibene dal titolo Basilico prima di Basilico. A partire dalle foto di un viaggio giovanile in Iran di Gabriele Basilico, HumboldtBooks indaga negli archivi di fotografi, registi, architetti e artisti per tirar fuori dai cassetti viaggi memorabili, esplorazioni nella conoscenza, reportage poi dimenticati.

 

MACRO. Continua sui profili social del MACRO il racconto per opere e immagini intorno a dieci concetti chiave del percorso che ha portato alla progettazione di Museo per l’Immaginazione PreventivaHOW CAN WE RETHINK A CONTEMPORARY ART MUSEUM? – COME RIPENSARE UN MUSEO D’ARTE CONTEMPORANEA sviluppa un manifesto che evolve giorno per giorno. Avviato per accompagnare l’apertura del museo, il progetto prosegue aderendo a #laculturaincasa, ampliando la sua riflessione sul ruolo del museo e sulla centralità della visione degli artisti anche in relazione al momento che stiamo vivendo. Torna anche JOMO, presentando le clip di tre nuovi ospiti internazionali sul canale IGTV @macromuseo: il designer francesce Pierre Charpin, venerdì 1 maggio, l’artista messicana Adriana Lara sabato 2 maggio e l’artista inglese Daniel Eatock domenica 3 maggio. Tutti i capitoli del progetto pubblicati fin a ora si possono ripercorrere anche sul canale youtube del museo. Nuovi formati digitali, ma anche anticipazioni e approfondimenti sulla futura programmazione di Museo per l’Immaginazione Preventiva saranno disponibili, a partire dalla fine della settimana sul sito www.museomacro.it, completamente rinnovato nella veste grafica e nell’offerta di contenuti, mentre martedì 28 alle 17.00 il progetto sarà raccontato nell’ambito di Triennale Decameron in diretta streaming sul canale IGTV de La Triennale, in una conversazione tra il curatore Davide Giannella e il direttore artistico del MACRO Luca Lo Pinto.

ISTITUZIONE BIBLIOTECHE DI ROMA. Da giovedì 30 aprile parte BiblioSkype, esordio dell’Istituzione sulla popolare piattaforma per le videochiamate, con l’appuntamento chiama la biblioteca, sportello digitale per dare supporto agli utenti in questo periodo di lockdown dovuto all’emergenza sanitaria legata al Covid-19. Ogni martedì e venerdì, dalle 10.00 alle 13.00, collegandosi al Bibliotu (wwww.bibliotechediroma.it), i bibliotecari saranno a disposizione dei cittadini su Skype attraverso chat, chiamate vocali e videochiamate, fornendo chiarimenti sui servizi, vecchi e nuovi, e dando risposta a richieste di informazioni bibliografiche. Basterà cliccare sull’icona Skype per entrare in contatto con i 5 profili dedicati al nuovo servizio. Sarà possibile così “ritrovare” i volti conosciuti in biblioteca e instaurare forme di dialogo e di scambio alternative a quelle abituali, che siamo stati costretti ad interrompere bruscamente. L’innovativo sportello sarà anche a disposizione dei potenziali nuovi utenti. Le iscrizioni gratuite alle Biblioteche di Roma infatti possono essere effettuate anche online e danno la possibilità fin da subito di fruire di tutte le risorse digitali. Resta attivo inoltre il tradizionale sportello informazioni sul portale Bibliotu, a cui si accede cliccando dal menu servizi Chiedilo tu al bibliotecario (https://www.bibliotechediroma.it/opac/page/ask). BiblioSkype non è l’unica novità della settimana. Il Servizio Intercultura in collaborazione con la Biblioteca Nelson Mandela, propone per tutti gli appassionati di Estremo Oriente la rubrica Letture d’Oriente. Un viaggio nella narrativa orientale attraverso una serie di brevi video, nei quali la casa editrice, l’autore o il traduttore di una determinata opera la introducono e ne leggono alcuni passi. Il primo video, di una serie di appuntamenti che avranno cadenza settimanale, sarà visibile sulla pagina Facebook di Roma Multietnica e della biblioteca Nelson Mandela lunedì 27 aprile dalle 18.00. Si viaggerà in compagnia di Orientalia editrice, dello scrittore Isaia Iannaccone e dei suoi due romanzi Il sipario di giada e Il quaderno di Verbiest, che fanno parte di una trilogia dedicata ai missionari gesuiti nel Celeste Impero.

Tra gli altri appuntamenti della settimana, martedì 28 aprile alle 16.00 la presentazione online sulle pagine Facebook di Roma Multietnica e Biblioteche di Parole oltre le frontiere – Dieci storie migranti (Terre di Mezzo, 2018), antologia di dieci racconti finalisti del concorso DiMMi, Diari Multimediali Migranti 2017. All’incontro, organizzato da Biblioteche e CNR Ismed, in collaborazione con l’Archivio Diaristico Nazionale, l’Archivio Memorie Migranti e Amref, intervengono Alessandro Triulzi (Archivio Memorie Migranti), Gaia Colombo (Amref) e, tra gli autori del volume, Dominique Boa, Elona Aliko, Hassan Ahmed Mohamed. Modera Michele Colucci (CNR – Ismed).

CASA DEL CINEMA. Prosegue la programmazione sui canali social a partire già oggi, lunedì 27 aprile, con la rubrica I lunedì della Cineteca che ripropone il documentario realizzato da Stefano Landini e Toni Lama sulla miracolosa stagione del jazz a Roma negli anni ’70: Cocktail bar. Storie di Roma, di jazz, di amori. Ad affiancare il documentario, con le preziose memorie dei protagonisti di quel periodo, anche la pubblicazione degli estratti del concerto dell’ensemble jazz guidato da Massimo Fedeli con Alessandro Marzi alla batteria, Luca Pirozzi al contrabbasso, Aldo Bassi alla tromba, Gianni Savelli al sax tenore e Massimo Fedeli al pianoforte. Nei giorni a seguire proseguirà il dialogo a distanza con i suggerimenti e i consigli di Giorgio Gosetti nella rubrica La cineteca del direttore che questa settimana, martedì 28, ci parlerà di Profondo Rosso di Dario Argento,  giovedì 30 de L’amico americano di Wim Wenders e domenica 3 maggio The Departed di  Martin Scorsese. Inoltre, martedì 28 aprile appuntamento da non perdere con la registrazione della lezione Il cinema italiano e la Spagna. Conversazione con lo scrittore e regista David Trueba, una conversazione tra lo scrittore, sceneggiatore, regista e amante del cinema italiano David Trueba e l’ispanista e cinefilo Marco Ottaiano (la conversazione sarà in spagnolo). Oltre agli appuntamenti citati, torneranno anche questa settimana le storiche rubriche Domani è un altro giorno: le frasi più belle dai film, per ricordare i capolavori del passato attraverso le citazioni più celebri; il gioco IG My Best Movie Line per tentare di finire sulle stories del profilo Instagram della Casa del Cinema con una frase indimenticabile di un film; La parola al critico con l’analisi di Fabiana Sargentini sulla serie After Life (29 aprile). Senza dimenticare poi gli appuntamenti con i compleanni delle grandi stelle del cinema e i quiz che testeranno la preparazione dei cinefili appassionati.

Il fine settimana inizierà invece con lo speciale dedicato alla Festa dei Lavoratori. Venerdì 1 maggio sarà un’edizione speciale de La cineteca del direttore a parlarne attraverso le riflessioni di Giorgio Gosetti e una pubblicazione speciale dedicata ad una regista del nostro cinema. Anche Mario Di Francesco dedicherà la sua rubrica Villa Borghese: profumo di cinema, ricordi di film e attori, di set e di ciak dalla Casina delle Rose alla Casa del cinemaalle storie e ai ricordi del suo 1° maggioSabato 2 maggio, sarà il momento del ricordo di Bernardo Bertolucci con la presentazione di Bertolucci si racconta: l’ultima masterclass al festival di Bari, una delle ultime uscite pubbliche del regista, intervistato da David Grieco. Sarà anche pubblicata l’intervista fatta un anno dopo allo stesso Grieco, in cui il giornalista ricorda quell’incontro e la sua amicizia con Bertolucci. Sempre il 2 maggio, secondo appuntamento con la rubrica Cinema da leggere e il testo tratto da Tristana: dal libro di Benito Pérez Galdós al film di Luis Buñuel di Marco Ottaiano. Domenica 3 maggio, infine, sarà dedicata come sempre al documentario con i consigli di Maurizio Di Rienzo, curatore della rassegna ItaliaDoc, che parlerà di Arrivederci Saigon di Wilma Labate.

FONDAZIONE CINEMA per ROMA.  In occasione della Festa del Lavoro, la Fondazione propone una nuova iniziativa dal titolo Backstage: il cinema e i suoi mestieri che raccoglie in video una serie di testimonianze firmate da alcuni dei più noti e apprezzati professionisti del grande schermo. “Backstage” sarà inaugurato mercoledì 29 aprile alle 12.00 dal racconto di Anna Foglietta e proseguirà venerdì 1° maggio, alla stessa ora, con le parole di Pierfrancesco Favino: nelle clip, che saranno condivise sul sito www.romacinemafest.org e attraverso i canali social della Fondazione @romacityfest, i due attori approfondiranno l’arte della recitazione. Sui social @romacinemafest torna la rubrica per rivedere o riscoprire, attraverso le piattaforme di streaming, i film delle passate edizioni della Festa del Cinema: per festeggiare il 1° maggio sarà riproposto C’est la vie – Prendila come viene di Eric Toledano, commedia che racconta l’organizzazione di un matrimonio dal punto di vista di un wedding planner. Questo il resto della programmazione: Military Wives di Peter Cattaneo (27 aprile), The Old Man and the Gun di David Lowery (29 aprile), Moonlight di Barry Jenkins (30 aprile), 7 Sconosciuti a El Royale di Drew Goddard (2 maggio).

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA – FONDAZIONE MUSICA per ROMA. #AuditoriumLives prosegue con il palinsesto online della Fondazione Musica per Roma sui canali Facebook, Instagram, Twitter, Spotify, Telegram. Tra gli altri appuntamenti, lunedì la consueta rubrica Ascendenti Musicali. Martedì 28 il podcast delle Lezioni di Storia che questa settimana a partire dalle 11.00 racconteranno la figura di Caterina da Siena. Mercoledì 29 il podcast del Festival Economia come dedicato a Le grandi vie del commercio, dalle 19.00 ospiti di #Auditoriumlives le sorelle Rita e Carla Marcotulli, pianista la prima, cantante la seconda, due nomi di riferimento internazionale nel mondo della musica jazz. Giovedì 30 il podcast delle Lezioni di Arte con Leonardo e belle, la lezione di Francesca Cappelletti sui ritratti femminili del maestro rinascimentale.

Venerdì 1 maggio #AuditoriumLives sarà dedicata alla Festa dei lavoratori, con una copertura totale del concerto che quest’anno si svolgerà per larga parte sul palco della Sala Sinopoli dell’Auditorium. Sabato la Lezione di rock a cura di Ernesto Assante e Gino Castaldo, questa settimana dedicata al percorso musicale Da Hendrix ai Radiohead. Domenica 3 sarà come sempre dedicata alla scoperta dell’Auditorium e dei suoi magnifici spazi, musei e sale.

CASA del JAZZ. Nuovi artisti si aggiungono alla programmazione online per#IoRestoaCasa del Jazz sui canali social di Villa Osio (Facebook, Instagram, Twitter), lunedì 27 sarà ospite il trombettista Michael Supnik con On the Sunny side of the street.

Martedì 28 Giorgio Cuscito suonerà Perdido al pianoforte e mercoledì 29 Andrea Verlingieri una ballade al sax. Venerdì 1 maggio il contrabbassista Luca Bulgarelli eseguirà la celebre I mean you di Thelonious Monk, e infine sabato 2 il chitarrista Francesco Diodati ci farà ascoltare una sua composizione originale dal titolo Barca Sospesa.

TEATRO di ROMA. Continuano le proposte digital del Teatro con il palinsesto ricco di proposte virtuali #TdROnline su tutti canali social Facebook, Instagram e YouTube. Tra le novità assolute il debutto a Radio India di una nuova rubrica settimanale The Performer – dall’insorgenza alla scomparsa dei corpi, in onda lunedì; mentre le strisce quotidiane si arricchiscono di protagonisti esclusivi con l’Extra di martedì a cura di Simone Derai (fondatore della compagnia Anagoor); parola al talento della danza Marco D’Agostin, ospite giovedì di Record; per la rubrica Persone, venerdì, Daria Deflorian incontra Claudio Morganti. E poi tutto il resto, sempre live dalle 17 alle 20 su www.spreaker.com.

Con #TdRonline il Teatro ha aperto in questo tempo un dialogo diretto con artisti italiani e internazionali che Giorgio Barberio Corsetti incontra virtualmente per tenere viva la conversazione sul teatro e per immaginare il teatro che verrà. Questa settimana è doppio l’appuntamento con prestigiose voci d’oltre confine: il primo maggio (ore 19) con il teatro sovversivo, poetico e nutrito da processi creativi collettivi, di Tiago Rodriguesregista portoghese e direttore del teatro nazionale di Lisbona; sabato 2 maggio alle 21 l’incontro è con il maestro della scena contemporanea, che va al cuore dell’identità politica e sociale del teatro, con sguardo rivolto anche ai classici e grande forza espressiva, Thomas Ostermeier, regista tedesco e direttore della Schaubühne di Berlino.

La settimana prosegue con il talk di martedì 28 alle 16 che ripropone l’incontro con Porpora Marcasciano, la ‘favolosa creatura’ che sin dagli anni Settanta racconta il suo percorso personale e politico di scoperta e trasformazione, come protagonista del movimento transessuale. Nella sezione schegge&racconti, spazio a inediti contributi da parte di una nutrita schiera di artisti: mercoledì 29 alle 12 Ivan Talarico con Buonismo in cattività, terza e ultima parte del suo tentativo di discorso sul presente; un doppio affaccio poetico giovedì 30 alle 12.00 con i versi inediti di Eleonora DancoLa Giornata Infinita, quotidiano e intimo in una dimensione caustica e spiazzante; mentre Roberto Rustioni legge frammenti di Anton Cechov alle 16.00, geniale autore russo, anche medico, per omaggiare attraverso le sue opere – parole scritte ma destinate a farsi carne e umanità – il personale sanitario impegnato in questa emergenza sanitaria; venerdì 1 maggio alle 16.00 Gabriele Portoghese porta in voce alcune composizioni poetiche di Juan Rodolfo Wilcock, accompagnato da un ritratto del poeta argentino ad opera di Edoardo Camurri.

Venerdì primo maggio alle 11.00 il Piero Gabrielli lancia sul web il video clip CHIUSO DENTRO CASA, una canzone collettiva per raccontare, in musica e parole, le sensazioni che attraversavano noi tutti, e soprattutto gli oltre 140 ragazzi e famiglie che hanno partecipato alla creazione del testo tramite il tutorial online e i laboratori condotti dal regista Roberto Gandini, orchestrando la creatività di ragazzi con e senza disabilità, attraverso il lavoro di docenti e teatranti.

Il palinsesto settimanale si chiude con gli appuntamenti domenicali: alle 11.00 il secondo incontro di Luce sull’Archeologia sul tema Enea, Roma e il Tevere ; alle 16.00 l’ultima delle piccole lezioni di economia di Marco Cavalcoli con Scrooge’s digest; e giunge al termine il ciclo di favole serali Fiabe della Buonanotte ,di teatrodelleapparizioni che alle 21.00 hanno fatto addormentare i più piccini.

 

ACCADEMIA NAZIONALE di SANTA CECILIA. Su www.santacecilia.it e sui social dell’Accademia, giovedì 30 alle 19.30 l’Orchestra e il Coro di Santa Cecilia diretti da Gustavo Gimeno presentano Il Pipistrello, la celebre operetta di Johann Strauss Jr. Equivoci e intrighi amorosi a suon di valzer per la festa di Carnevale nel Palazzo del principe Orlofsky renderanno l’esecuzione originale e ricca di colpi di scena. Oltre ai solisti Markus Werba, Silvana Dussmann, Michaela Selinger, Jochen Kupfer e Sofia Fomina, che offrono al pubblico una “festa nella festa” animando il Gala con molte sorprese musicali, a guidare il pubblico nei risvolti di questa esilarante vicenda sarà Neri Marcorè, i cui interventi fungeranno da raccordo tra i diversi brani musicali per aggiungere brio e vivacità al fascino del PipistrelloVenerdì 1 maggio ore 20.30 Carlo Rizzari sul podio dell’Orchestra ceciliana dirige i Quadri di una esposizione di Mussorgsky nella trascrizione per orchestra di Ravel e il Primo Concerto per Violino di Prokof’ev eseguito dalla violinista Alina Pogostkina. Quadri di una esposizione è una delle più amate composizioni di Mussorgskij, mentre il Concerto per violino n. 1 di Prokof’ev permette di cogliere le possibilità dello strumento, esplorate con un grande lirismo che maschera le difficoltà tecniche che percorrono tutto il brano. Solista al suo debutto romano, Alina Pogostkina..Sabato 2 alle 18.00 il newyorkese Alan Gilbert dirige un programma che si apre con il brano di Franz Liszt La lugubre gondola, in prima esecuzione ceciliana nell’orchestrazione di John Adams. Ispirato da un sogno, Liszt lo compose verso la fine del 1882, e quando qualche settimana dopo, il 13 febbraio 1883, proprio a Venezia morì Richard Wagner (genero e carissimo amico di Liszt) tutto sembrò una premonizione. Si prosegue con la violoncellista argentina Sol Gabetta, che eseguirà (prima esecuzione a Santa Cecilia) il Concerto per violoncello n. 1 di Martinů, compositore ceco, vissuto nella prima metà del Novecento. In chiusura una sintesi sinfonica in prima italiana della Tetralogia di Richard Wagner curata dallo stesso Gilbert.

 

TEATRO dell’OPERA. Il Teatro Digitale dell’Opera si arricchisce di un capolavoro di Giuseppe Verdi, affidato alla bacchetta del maestro Riccardo Muti, direttore onorario a vita del Teatro. Alle 20.00 di martedì 28 è previsto lo streaming sul canale You Tube dell’Opera e su quello di RMMusic, di Simon Boccanegra titolo che ha inaugurato la stagione 2012-2013 del Teatro dell’Opera.

La regia del nuovo allestimento è firmata da Adrian Noble, già direttore della Royal Shakespeare Company e realizzatore di spettacoli nei più importanti teatri del mondo. Le scene portano una firma da Oscar, quella di Dante Ferretti; per l’arredamento scenico, Francesca Lo Schiavo, un altro premio Oscar. I costumi sono di Maurizio Millenotti, più volte nella lista delle nominationagli Oscar. Alla guida del Coro del Teatro dell’Opera il maestro Roberto Gabbiani. I movimenti coreografici sono di Sue Lefton, le luci di Alan Burrett. Prestigiosio il cast che vanta interpreti applauditi dal pubblico e dalla critica internazionale: George Petean (Simon Boccanegra), Maria Agresta (Maria Boccanegra, Amelia), Dmitri Beloselskiy (Jacopo Fiesco), Francesco Meli (Gabriele Adorno).Dopo la prima, lo spettacolo sarà disponibile per due mesi.

ROMAEUROPA FESTIVAL. Continuando ad esplorare il suo archivio, nell’ambito del programma #Laculturaincasa e in vista del Primo Maggio, Romaeuropa dedica questa settimana ad alcuni degli appuntamenti musicali che hanno animato le più recenti edizioni del festival. Si parte martedì 28 con un’intervista a Colapesce realizzata in occasione della presentazione del progetto, pensato appositamente il REf16, “Isola di Fuoco”. Giovedì 30 e Venerdì 31 contaminazioni culturali tra tradizioni e nuove radici con alcune pillole video dalla rassegna Afropolitan dal REf14 e con l’intervista a Bombino al REf nel 2013. L’1 Maggio ritorno al cantautorato italiano con la pillola video da “Un Mondo Raro” il progetto di Dimartino e Fabrizio Cammarata dedicato a Chavela Vargas.

 

NUOVO CINEMA AQUILA. Continua la proposta sui canali social – Facebook e Instagram – de #ildiariodellachiusura. Lunedì 27 aprile verrà lanciato il contest Andrà tutto bene – Diari filmati ai tempi del coronavirus  #andràtuttobene. Martedì 28 e sabato 2 maggio il Diario propone invece il breve TG ‘The Show Must Go On, notizie dall’Italia e dal Mondo sul complicato momento che sta passando l’industria cinematografica (nell’ultima puntata è stata ospite la casting director Valeria Miranda) #theshowmustgoon. Mercoledì 29 e domenica 3 maggio saranno poi consigliate le migliori pellicole scelte per i propri fedelissimi tramite sondaggi, dando massima precedenza a quelle visibili gratuitamente, per le quali verrà fornito direttamente il link per la visione (l’ultima proposta ha riguardato ‘Roma città aperta’ di Roberto Rossellini) #laquilaconsiglia  #ilcinemalofaitu. Giovedì 30 aprile sarà quindi il turno de L’Aquila in pillole, brevi segnalazioni su film di ieri e di oggi particolarmente adatti al pubblico della sala: per condividere informando e strappando un sorriso (l’ultima segnalazione ha riguardato ‘Wall-E’ di Andrew Stanton) #laquilainpillole. Infine il Diario’, ogni venerdì, renderà disponibili per la pubblica visione i cortometraggi che hanno riscosso maggior successo in sala, il tutto per la durata di una settimana, fino a giovedì 30, sarà visibile Idris di Kassim Yassin #icortidellaquila #aicorticiteniamo. Continua il contest Il Diario della chiusura – Andrà tutto bene – Diari filmati ai tempi della quarantena. Realizza un breve filmato che ci aiuti a raccontare come gli abitanti del V° Municipio affrontano queste particolari giornate. Carica il filmato sui tuoi acconti Facebook e Instagram, tagga le pagine @Nuovo Cinema Aquila e @MunicipioRomaV (per quanto riguarda Facebook) e @cinemaaquila (per quanto riguarda Instagram) e aggiungi l’hashtag #andràtuttobene. Seguirà una prima selezione, a seguito della quale i filmati saranno postati sulla nostra pagina e votati tramite like. Quando il Nuovo Cinema Aquila sarà di nuovo in attività, una giuria di esperti voterà i migliori filmati: i vincitori verranno quindi proiettati sul grande schermo durante una grande serata ‘Andrà tutto bene’. Saranno accettati solo i filmati girati nel rispetto dei decreti in vigore.

Per approfondimenti e aggiornamenti: canali social @culturaaroma con hashtag #laculturaincasa #laculturaincasaKIDS.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti