Elvis Kipkoech e Caroline Cherono trionfano nella 10ᵃ Corsa dei Santi

7500 concorrenti alla partenza nella gara del 1° novembre 2017
Aldo Zaino - 2 Novembre 2017

Mercoledì 1° novembre 2017 a Roma si è svolta la 10ª edizione della Corsa Dei Santi una delle corse più partecipate d’Italia, promossa dalla Fondazione Don Bosco nel Mondo, che ha una duplice finalità, quella di dare visibilità di festa popolare ad una ricorrenza liturgica, Ognissanti, che affonda le radici nella grande tradizione cristiana, e di aiutare le missioni della Fondazione Don Bosco nel Mondo.

Anche quest’anno, infatti, la Fondazione Don Bosco nel Mondo ha richiamato l’attenzione, attraverso la corsa, su un progetto solidale al quale lavorano i missionari salesiani di Bangalore, India. Il progetto s’intitola “Bambina o sposa?” e lotta contro la cattiva consuetudine locale di dare in spose ad uomini adulti, spesso ad anziani, bambine che vengono così derubate della loro infanzia.

I Salesiani del posto offrono a queste spose-bambine accoglienza, istruzione, supporto psicologico e formazione sui propri diritti. Chi vorrà sostenere il progetto potrà inviare 2 o 5 euro mandando un sms da cellulare o chiamando da fisso il 45549 fino al 6 novembre.

La Corsa dei Santi in questi dieci anni di vita, ha avuto sempre una maggiore partecipazione da parte dei runner sia per l’ambiente sia il luogo, dove si svolge nel fulcro della “Cristianità, Piazza S. Pietro”, le finalità per cui organizzata, e anche come appuntamento tradizionale dell’autunno romano.

Rispetto al passato, l’edizione di quest’anno, mantenendo il tradizionale percorso dentro il centro storico di Roma, ha proposto tre norme di partecipazione: agonistica sulla distanza dei 10 km, non competitiva sempre sui 10 km, e non competitiva sui 3 km. Tre “gare” con la presenza di un totale di oltre 7.500 runner provenienti da 38 nazioni, dei quali 4.400 alla competitiva e 1.200 alla non competitiva di 10 chilometri, e oltre 2.000 alla 3 chilometri. Dei 7500 concorrenti solo 5.500 hanno ultimato la gara.

Il primo novembre a differenza degli anni precedenti tutta l’area di Piazza San Pietro e le vie limitrofe erano sorvegliate da impotenti forze dell’ordine, per tutelare l’evento sportivo,  e le migliaia di concorrenti.

Il segnale di partenza è stato effettuato alle  ore 9.50 sempre da Piazza Pio XII, di fronte alla Basilica di San Pietro. Dopo lo star le miglia di atleti che dalle prime ore dell’alba aspettavano questo momento si sono avviate formando un lungo serpentone lungo via della Conciliazione i loro passi scadenzati con i battimani del pubblico.

Il percorso piacevole per le bellezze della Città Eterna ma un po’ impegnativo per le piccole asperità che i concorrenti hanno affrontato oltre alla giornata caldissima. La manifestazione è stata trasmessa in diretta su Canale 5 con uno speciale dal titolo “Il velo strappato”, condotto da Paola Rivetta. Testimonial della corsa un personaggio d’eccezione: Giusy Versace, grande atleta paralimpica e conduttrice televisiva.

Al termine della gara, come accaduto negli anni scorsi, il Santo Padre ha rivolto un caloroso saluto e un ringraziamento ai partecipanti.

In campo maschile la vittoria è stata conquistata dal keniano Elvis Kipkoech (Run2gether) in 30:29. Un successo meritato per il giovane atleta africano che vive a Varese che ha tenuto la testa della corsa sin dal primo chilometro. Al secondo posto si è classificato  il moldavo Roman Prodius (Lbm Sport) in 31:06, terzo per l’italiano Ivan Valenti (Fiamme Gialle G. Simoni) in 21:12. Al 10° posto, invece, si è classificato il romano Giorgio Calcaterra (32:54), mentre al 27° posto si è piazzato il pentatleta dei Carabinieri Pier Paolo Petroni, campione del mondo a squadre 2012 e olimpico a Rio de Janeiro.

In campo femminile, sempre Kenia  con  Caroline Cherono (Run2gether) che, alla prima corsa nella Capitale ha vinto con un buon crono, 34:25, correndo in testa dall’inizio alla fine. ”. Al secondo posto si è classificata la sua connazionale e compagna di società Mary Wangari Wanjohi (35:02), al terzo Alessia Pistilli (Lbm Sport) in 36:40. Da segnalare l’ottima prestazione della pluri campionessa e medagliata europea e mondiale juniores di pentathlon moderno Francesca Tognetti (CS Carabinieri), che ha chiuso 16^ in 41:39.

Foto: Andolfi


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti