Ex Mira Lanza: “Ferita aperta. Indispensabili subito interventi mirati ed efficaci”

Lo affermano Rachele Mussolini (Civica Con Giorgia) e Federico Rocca (Fratelli d’Italia)
Redazione - 26 Febbraio 2019

«Una polveriera a cielo aperto in una delle zone più popolose della nostra città, una piazza di spaccio dove all’illegalità si sommano degrado e abbandono. Eppure sembra che sull’edificio dell’Ex Mira Lanza l’amministrazione non voglia dare risposte concrete e preferisca ignorare i tanti campanelli d’allarme che continuano ad arrivare, non ultime le proteste degli abitanti della zona che chiedono sicurezza.

Ieri siamo stati a visitare questo ex saponificio insieme a Valerio Garipoli e Marco Palma, capogruppo e consigliere FdI al Municipio XI. Nelle scorse settimane Lista Civica con Giorgia e FdI hanno presentato in aula Giulio Cesare una mozione per lo sgombero definitivo, la messa in sicurezza e la tempestiva riqualificazione di questo spazio. Ma la maggioranza ha preferito bocciare l’atto: i grillini si illudono evidentemente di sanare situazioni di emergenza come queste con progetti di rigenerazione urbana che sono la brutta copia di Reinventer Paris, hanno tempi inenarrabili ed esistono solo su carta. Sono penosi: davanti a proposte basate su interventi mirati ed efficaci preferiscono spot e fantasiosi rendering. I cinque stelle la smettano di nascondersi dietro a finti proclami e abbandonino l’idea di svendere quest’area della città ai costruttori. Noi vigileremo affinché questo non accada e continueremo a lavorare affinché gli spazi in disuso smettano di essere territori di conquista di sbandati di ogni genere».

Così Rachele Mussolini, consigliere comunale della lista civica Con Giorgia e Vice Presidente della Commissione Controllo, Garanzia e Trasparenza di Roma Capitale, e Federico Rocca, responsabile nazionale Enti Locali di Fratelli d’Italia.

 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti