Figliomeni (FDI) interviene su Mercato Togliatti e Fondi per disabilità

Redazione - 3 Febbraio 2020

Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina è intervenuto con due distinti comunicati sui temi Mercato Togliatti e Fondi per disabilità.

Su primo tema ha dichiarato: “Siamo molto soddisfatti e ringraziamo per l’incisivo servizio di prevenzione che il comandante generale della Polizia Locale Tonino Di Maggio ha disposto ieri mattina in via Gino Severini e nelle pertinenze del mercato domenicale di Porta Portese Est impedendo ai rom di continuare a farla da padroni ed esporre le loro mercanzie che nella migliore delle ipotesi provengono dai cassonetti e negli altri casi sono oggetto di furti. Nelle scorse settimane avevamo sollecitato con varie richieste le Forze dell’Ordine e il comandante dei Vigili chiedendo di stroncare il fenomeno dell’abusivismo commerciale che ogni domenica i rom da tempo mettono in atto pregiudicando gli operatori commerciali regolari già gravemente danneggiati dall’immobilismo dell’Amministrazione a guida 5 Stelle che, chiudendo anche il parcheggio nello square centrale, sta mandando sul lastrico centinaia di famiglie. E spiace il totale disinteresse del presidente grillino Boccuzzi che anche lo scorso venerdì in occasione del convegno sulla sicurezza che si è svolto a Centocelle si è dimostrato una istituzione inutile ed incapace di rispondere alle legittime richieste della presidente della A.G.S. Marisa Tancredi. Come Fratelli d’Italia auspichiamo che l’intervento di prevenzione venga ripetuto anche nelle prossime domeniche e confidiamo che ci possa essere un affiancamento delle forze di polizia in modo soprattutto da stroncare il fenomeno della ricettazione così come denunciato dalla presidente degli operatori mercatali”.

Sui fondi per  disabilità ha affermato: “È inaccettabile che l’Amministrazione a guida grillina del VII municipio tempo fa abbia chiesto una rimodulazione dei fondi distraendo le somme originariamente destinate all’assistenza di alunni disabili nelle scuole, ai servizi di assistenza per disagiati sociali, ai progetti sociali, all’assistenza di persone senza fissa dimora, ai centri diurni per anziani fragili e ai trasferimenti a sostegno delle famiglie. Tra l’altro negli anni 2016, 2017 e 2018 la spesa prevista per gli interventi per la disabilità avrebbe subito un taglio del 30%, circostanza che spiegherebbe i tanti ritardi nei servizi o addirittura l’interruzione degli stessi e le tante criticità lamentate dagli utenti, i quali già conducono una vita complicata e dovrebbero trovare sollievo dall’assistenza fornita da Roma Capitale. A fronte dell’insufficienza e inadeguatezza dei servizi offerti da Roma Capitale, soprattutto nell’ambito della disabilità grave e gravissima, abbiamo presentato una serie di atti tra cui un’interrogazione urgente al Sindaco e agli Assessori competenti per chiedere di intervenire con immediatezza per potenziare i servizi sociali presso tutti i Municipi e in particolare nel VII, già oggetto di attenzione da parte nostra al fine di evitare discriminazioni e ritardi nei confronti dei soggetti fragili”. Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vicepresidente dell’Assemblea Capitolina.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti