Flash Mob contro i limiti di 30 e 50 km/h sulla Colombo

Bordoni: "La Colombo, se verranno mantenuti questi limiti, diventerà un’interminabile coda di macchine, creando solo disagi alla circolazione e ai cittadini. Una soluzione alternativa deve essere trovata"
Enzo Luciani - 3 Maggio 2017

Forza Italia ha organizzato per mercoledì 3 maggio 2017 dalle 17:30 un Flash Mob sulla Cristoforo Colombo all’angolo con via Ermanno Wolf Ferrari, all’Infernetto, per protestare contro “gli assurdi limiti di velocità imposti dall’Amministrazione Capitolina”.

La manifestazione è promossa da Davide Bordoni, Coordinatore romano di Forza Italia, da Mariacristina Masi, coordinatrice del X Municipio, Pietrangelo Massaro, coordinatore del IX Municipio e Paolo Barbato, coordinatore dell’VIII Municipio.

“I limiti a 30 km/h, nel tratto che va da viale di Porta Ardeatina all’Eur, e 50 km/h dallo svincolo Pontina verso Ostia, sono inaccettabili.
La Cristoforo Colombo è un’arteria molto importante e queste limitazioni non fanno altro che creare dei disagi ai cittadini/pendolari che ogni giorno la percorrono.
Sono stati messi gli autovelox, ma la segnaletica è posizionata malissimo.
Come è possibile rispettare quei limiti di velocità che, oltretutto, cambiano ogni pochi chilometri?
Una maniera, escogitata dall’amministrazione a 5 Stelle, per fare cassa proprio in concomitanza con l’apertura della stagione balneare.
Davide BordoniLa Colombo, se verranno mantenuti questi limiti, diventerà un’interminabile coda di macchine, creando solo disagi alla circolazione e ai cittadini.
Una soluzione alternativa deve essere trovata. Noi non ci stiamo, e per questo motivo vogliamo protestare contro l’inerzia dell’amministrazione capitolina”. Ha ribadito Davide Bordoni.

Sul sito Muoversi a Roma si può leggere: “Il provvedimento si è reso necessario per tutelare la sicurezza di chi viaggia sull’asse stradale, che in molti punti presenta un fondo stradale deformato a causa dell’estendersi delle radici dei pini marittimi che ne delimitano le corsie”.

I limiti di velocità sul tratto della Colombo nell’VIII municipio

Per quanto riguarda il tratto della Colombo che ricade nel territorio dell’VIII municipio Antonella Marsiglia direttore del Corpo di Polizia Locale Roma Capitale VIII Gruppo Tintoretto il 24 aprile 2017 con una nota (protocollo n. 75153) ha richiesto che “il limite di velocità a 30Km/h e la segnaletica di strada deformata, istituiti in via Cristoforo Colombo, carreggiate centrali, a causa delle deformazioni dovute all’affiorare degli apparati radicali delle alberature (riferimento Determinazione Dirigenziale n. VM105/2017), sia esteso, per la stessa motivazione, anche alle carreggiate complanari” e quindi “occorre modificare temporaneamente l’attuale disciplina di traffico della località interessata dal provvedimento e ogni preesistente diversa disposizione si intende sospesa per l’intera durata della presente Determinazione Dirigenziale”.

I limiti di velocità sul tratto della Colombo nel IX municipio

Per lo stesso motivo il direttore del IX Gruppo Eur Angelo Moretti con la Determina Dirigenziale del 26 aprile ha integrato una precedente determina per estendere la limitazione di velocità ai veicoli in transito a 50 Km/h in Cristoforo Colombo nel tratto compreso tra piazzale 25 Marzo 1957 ed il ponte del G.R.A. in ambo le direzioni di marcia.
Quindi è istituita la seguente disciplina di traffico: direzione Ostia (corsia centrale da Via Pontina e complanare da rotatoria Via di Decima) – VIA Cristoforo Colombo direzione Roma Centro (corsia centrale e complanare dal Ponte del G.R.A. a Via Carlo Levi eccetto nel tratto alt. Km 11.800 dove è vigente il limite di 40 Km/h): 1) Limite massimo di velocità 50Km/h ; 2) Segnaletica di pericolo indicante “Strada Deformata”.
Si conferma il Limite di velocità 50 Km/h da integrare con segnaletica verticale di pericolo “Strada deformata” in Via Cristoforo Colombo direzione Ostia nel tratto compreso nei limiti del centro abitato da Piazzale 25 Marzo 1957 alla rotatoria Decima/Acqua Acetosa Ostiense.

Sono temporaneamente abolitele discipline in contrasto con il presente provvedimento di traffico.

Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso ai sensi dell’art. 37/3° del Nuovo Codice della Strada entro sessanta giorni e con le modalità descritte nell’art. 74 del relativo Regolamento di Esecuzione al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

I limiti di velocità sul tratto della Colombo nel X municipio

Emanuele Stangoni direttore del X Gruppo Mare con la Determina Dirigenziale del 28 aprile per lavori di pulizia, sfalcio delle erbe infestanti e potatura degli oleandri ha istituito provvisoriamente dal 2 al 16 maggio 2017, la seguente disciplina di traffico:
dalle ore 07,00 alle ore 10,00 in: Via Cristoforo Colombo, tratto e verso Via Canale delle Lingua, P.le Cristoforo Colombo, corsia centrale e complanare: – restringimento della carreggiata – limite di velocità 30 km/h
dalle ore 10,00 alle ore 13,00 in: Via Cristoforo Colombo, tratto e verso P.le Cristoforo Colombo, Via Canale della Lingua, corsia centrale e complanare: – restringimento della carreggiata – limite di velocità 30 km/h


Commenti

  Commenti: 3


  1. Allucinante …..l’idiozia regna sovrana !!! I nostri statisti debbono andare in analisi !! Tantissimi studi di esperti hanno già confermato che la velocità media a Roma è di 17 km orari con i limiti di 50 Km. Abbassare i limiti vuol dire peggiorare notevolmente la qualità dell’aria in quanto le auto per percorrere lo stesso tragitto impiegherebbero il 40 % di tempo in più e usando marce più basse con il motore ad un numero maggiore di giri !! La media sarà quindi di circa 13 km orari … in pratica la velocita di un pedone !! Questi intelligentoni dovrebbero fare dei corsi intensivi o … cambiare lavoro !! A 50 km orari anche se passi sopra un reonco di pino non succede niente !!!


  2. Questi limiti di velocità’ sono una vera idiozia inventata dal comune solo per fare cassa perche’. È assurdo in una strada a due corsie di marcia andare a quella velocità quando sulla via del mare c’è un limite giusto per una strada ad una sola corsia di 70 km orari


  3. Concordo.
    Questo è un problema che riguarda tutto il territorio.
    Queste gran teste ormai con la scusa della sicurezza hanno imposto il limite dei 50 kmh in moltissimi luoghi.
    Citiamo i comuni di Reana sul Rojale UD rettilinei in piena campagna con 50 kmh e 0 buche, strade infestate ormai da velo ok. Stessa situazione in tanti altri luoghi della stessa zona.
    Quanto è costato questo?
    Scendiamo?
    Monterotondo Fiano Romano.
    50 kmh in pieno desetro.
    Devo usare l’autostrada a pagamento vero? (se voglio camminare).
    Lì i 70 non fanno male a nessuno.
    Ah si a qualcuno che non incasserà più faranno di certo male.
    E quante altre situazioni.
    Un consiglio alle amministrazioni.
    Continuate con le incurie cosi sarete autorizzati a mettere tutti 50 se non 30 kmh su tutta la nazione e continuate a spendere soldi in autovelox, velo ok e personale buttato per strada a fare rilevazioni.
    Cosi questo paese sarà alla vostra mercé. (quello che ho espresso è un mio pensiero e non deve essere fonte di polemica o di ispirazione nel portare avanti sistemi sbagliati).

Commenti