Gigi, si voi dormite. Spettacolo diretto ed interpretato da Lavinia Fiorani

Sabato 15 dicembre 2018, al Circolo culturale La Traccia, presentata con successo una commedia musicale scritta a quattro mani dalla stessa cantante con Federica Polenta
Henos Palmisano - 18 Dicembre 2018
Cari amanti della grande tradizione dello spettacolo romano, sabato 15 dicembre 2018, al Circolo culturale La Traccia, è stata messa in scena una vera e propria commedia musicale scritta a quattro mani dalla cantante Lavinia Fiorani con Federica Polenta.

Sono pochi gli artisti che fanno ridere, piangere e pensare allo stesso tempo, ebbene Lavinia con Andrea Verticchio, ci sono riusciti.

Sono stati 90 minuti di vero divertimento, emozioni, trovate originali, ma sempre rispettando la grande tradizione romana: musiche stupende, recitazione brillante e precisa, perfetta padronanza dello spazio, ricavato tra le sedie e tavolini, e incredibile capacità d’adattamento.
Ad accompagnare i due cantanti, nonché attori e ballerini, una piccola ma completa Band: Leonardo D’Angelo (percussioni), Stefano Acqua (chitarra), Gabriele Raimo (fisarmonica), Stefano Avvisati (factotum preziosissimo), Federica Polenta (oltre che autrice, un motorino instancabile ai suoni, alle luci, filmati ecc.).
Dicevo: sei persone, soltanto sei persone, possono sembrare un esercito di artisti?  Assolutamente si!
Non c’è stato un attimo di sosta nello spettacolo, una eufonia perfetta con sincronia delle luci, musiche, parti recitate e cantate, segno di grande professionalità.
La trovata geniale, fra le tante, è nel titolo: chi è Gigi ?
Lo spettacolo è un omaggio ad uno dei più grandi registi italiani (e quindi del mondo), nonché sceneggiatore e scrittore: Luigi Magni.
Gigi, il grande cantore della romanità, coltissimo, sempre in un perfetto equilibrio fra il farsesco ed il drammatico, ha “pitturato” film che sono delle vere opere d’arte (la settima secondo Ricciotto Canuto, 1921).
Il mio spassionato consiglio è di seguire in ogni dove questi grandi e giovani Artisti veri eredi della tradizione romana, come Lavinia lo è della indimenticabile Gabriella Ferri.
Henos Palmisano

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti