Gli arazzi con le Storie di Giuseppe al Palazzo del Quirinale

Dopo centocinquanta anni radunati 20 arazzi in una mostra itinerante
di Patrizia Miracco - 17 Febbraio 2015

Da martedì 17 febbraio venti arazzi con le Storie di Giuseppe narrate nella Genesi, in mostra nel Palazzo del Quirinale. L’esposizione “Il Principe dei sogni. Giuseppe negli arazzi medicei di Pontormo e Bronzino” raduna, dopo centocinquanta anni, i tesori della Firenze della metà del Cinquecento. Si tratta di una mostra itinerante ospitata in Palazzi storici di tre grandi città d’Italia, nel Palazzo del Quirinale a Roma, Palazzo Reale a Milano e Palazzo Vecchio a Firenze.

quirinale Gli arazzi divisi per volere dei Savoia nel 1882 tra Firenze e Roma, vennero commissionati da Cosimo I de’ Medici tra il 1545 e il 1553 per la Sala dei Duecento di Palazzo Vecchio a Firenze per narrare le Storie di Giuseppe. Ora, dopo centocinquanta anni, gli arazzi tornano ad essere radunati. A realizzare questi capolavori furono i maestri arazzieri fiamminghi Jan Rost e Nicolas Karcher sui cartoni forniti da Agnolo Bronzino, Jacopo Pontormo e Francesco Salviati.

L’esposizione, a cura di Louis Godart, è promossa dalla Presidenza della Repubblica Italiana, dal Comune di Firenze e dal Comune di Milano in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, Expo 2015 e la Fondazione Bracco.

quirinale2Presente all’inaugurazione, il 16 febbraio, al Palazzo del Quirinale il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. “Ci troviamo in un luogo simbolo della cultura e della storia degli italiani” ha ricordato Mattarella “E’ un Palazzo che ha accompagnato la storia d’Italia e che continua, giorno dopo giorno, ad accompagnarla come sede della Presidenza della Repubblica. Ho disposto che il Quirinale sia, entro breve tempo, aperto alle visite tutti i giorni”.

La mostra sarà presente a Roma fino al 12 aprile con i seguenti orari: dal martedì al sabato ore 10.00 – 13.00, 15.30 – 18.30 domenica 8.30 – 12.00; lunedì e festività chiuso. L’entrata è ad ingresso gratuito.

Per informazioni: www.quirinale.it.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti