II Municipio: sì alla destinazione del Ferrhotel all’emergenza migranti in transito

Approvata in tal senso una mozione il 27 gennaio 2017 nel corso della seduta straordinaria del Consiglio
di Gregorio Staglianò - 29 Gennaio 2017

Un lungo consiglio straordinario si è svolto venerdì 27 febbraio 2017 nel II Municipio sulla decisione del Comune di Roma Capitale di destinare il Ferrhotel di Stazione Tiburtina all’accoglienza temporanea dei migranti, utilizzando per la sua ristrutturazione il finanziamento di 550 mila euro ricevuto dal Governo. Fino a qualche giorno fa lo stabile era stato occupato da alcune sigle della destra estrema al grido di “Roma ai romani, case agli italiani”.

L’ordine del giorno della seduta straordinarao ha sottolineato l’importanza e la delicatezza del quadrante nel quale il Municipio e la struttura sono siti, per il quale si richiede uno sforzo maggiore di tutte le parti sociali coinvolti, confermando l’esigenza che la struttura oggetto di discussione faccia parte di un sistema strutturato e organico, che possa essere la porta d’ingresso nel sistema di accoglienza ordinario.

Il Municipio ha inoltre affermato la necessità di una riqualificazione immediata dell’area di Tiburtina – nello specifico la parte ovest – nel quadro della costruzione di un tessuto urbano stabile e sicuro: proprio per questo vorrebbe istituire un gruppo di lavoro istituzionale per discutere i dettagli del progetto di accoglienza, confrontandosi su tempi e modalità di realizzazione, avviando con gli abitanti del territorio programmi di conoscenza e informazione, condivisione e racconto delle storie dei migranti.

Nelle cinque ore di seduta straordinaria, sono intervenuti anche diversi cittadini in rappresentanza dei comitati di quartiere e i volontari del “Baobab Experience”, e l’assessore comunale alla Persona, Scuola e Comunità solidale, Laura Baldassarre.

Nel giorno della memoria arriva un esempio di buona politica – almeno nelle intenzioni – dal II Municipio, presieduto dalla Presidente Francesca Del Bello, con una mozione che cerca di coniugare il principio dell’accoglienza e quello della riqualificazione complessiva del quadrante della stazione Tiburtina, in un connubio che potrebbe essere potenzialmente innovativo ed esemplare per l’intera città. Il Ferrhotel potrebbe essere la prima risposta reale e concreta all’emergenza della gestione dei migranti in transito in una città che non ha saputo, fino ad ora, oltre qualche riga di comunicato stampa, trovare una soluzione adeguata.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti