Il caso Italia: testamento biologico e accanimento terapeutico, quanto conta la volontà del malato?

Il Convegno organizzato dall’associazione culturale Sapere Aude-Roma si terrà il 27 novembre presso la Libreria Rinascita
Enzo Luciani - 17 Novembre 2007

L’associazione culturale Sapere Aude-Roma organizza martedì 27 novembre dalle ore 16,45 alle ore 19 presso la Libreria Rinascita di viale Agosta, 36 il Convegno “Il Caso Italia: Testamento Biologico e Accanimento Terapeutico, quanto conta la volontà del malato?”.

Eutanasia attiva e passiva, testamento biologico, accanimento terapeutico. Sono tutte espressioni che negli ultimi mesi ricorrono sempre più spesso, specie sui media, ma che non sempre risultano di facile interpretazione. Il convengo si pone l’obiettivo di provare a chiarire l’attuale situazione legislativa e sanitaria in Italia anche alla luce delle importanti sentenze sui “casi” Englaro e Mario Riccio, il medico che aiutò Piergiorgio Welby nella sua volontà di interrompere l’accanimento terapeutico.

Interverranno, tra gli altri, l’ On. Paola Balducci, docente di Procedura Penale all’università di Lecce, la Prof. Chiara Lalli, docente di Logica alla Facoltà di Medicina de “La Sapienza”, la giornalista Rai e scrittrice Adriana Pannitteri – autrice del libro “Vite Sospese”, un diario in cui incontra malati, medici, politici interessati a una proposta di legge sui temi trattati -, l’On. Tommaso Pellegrino medico chirurgo, l’On. Olimpia Tarzia (Bioeticista, docente all’Università Europea di Roma, Presidente Nazionale del Comitato per la Famiglia) l’Assessore alle Politiche Sanitarie del VI Municipio Tonino Vannisanti e Mina Welby, moglie di Piergiorgio.

“Anni fa feci una lunga ricerca per l’università sul tema dell’eutanasia e mi fu davvero difficile reperire informazioni che non fossero frammentarie e imprecise o anche qualcuno apertamente e serenamente a favore quantomeno del testamento biologico – ha dichiarato Letizia Palmisano, vicepresidente di Sapere Aude-Roma e moderatrice del dibattito –. L’idea di questo convegno nasce da quell’esperienza. L’argomento è “caldo” e d’attualità e trattarlo in periferia, in una libreria, ha creato un po’ di diffidenza in alcune personalità che pure erano state invitate. A maggior ragione ringraziamo di cuore coloro che hanno scelto di intervenire con molto entusiasmo.”

Contatti:

Letizia Palmisano – Vicepresidente “Sapere Aude – Roma” – tel. 333/2594237

Daniele Lombardi – Ufficio Stampa “Sapere Aude – Roma” – tel. 334/3109598

E-mail: sapereauderoma@yahoo.it – lombardid.1973@libero.it

Blog: http://sapereauderoma.ilcannocchiale.it – www.rinascitaonline.it

Aggiornamento (VEDI RESOCONTO)

Gioielleria Orologeria Argenteria Licata

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti