Laboratorio Analisi Lepetit

In tre appartamenti di Centocelle trovati 38 cittadini del Bangladesh

In via dei Roveri l'intervento degli agenti dell'Ufficio Immigrazione della Questura e del Commissariato Prenestino
di M.G.T. - 28 Ottobre 2009

Continuano le denuncie da parte dei cittadini romani, che segnalano la presenza in piccoli appartamenti affitatti all’interno dei loro condomini a extracomuntari che vivono in condizioni igienico-sanitarie pessime. Questa volta è accaduto a Centocelle, dove alcuni residenti hanno denunciato alla Polizia di Stato la numerosa presenza di inquilini negli appartamaneti di via dei Roveri.

Gli agenti dell’Ufficio Immigrazione della Questura e del Commissariato Prenestino al loro arrivo per la verifica dell’esposto si sono trovati davanti a tre appartamenti di piccole dimensioni, in cui erano stipati ben 38 cittadini del Bangladesh. Nelle abitazioni, trovate in pessime condizioni igieniche, presente anche una caldaia a gas ed un impianto elettrico non a norma.

Mentre alri 19 extracomunitari erano presenti tra il seminterrato e la veranda abusiva di una villetta, tra i quali 13 denunciati per il reato di di clandestinità per i quali verranno adottati i provvedimenti d’espulsione.

Denunciato dagli agenti anche i proprietari dell’appartamento per cessione d’alloggio a persone clandestine e per omessa dichiarazione di cessione di fabbricato al commissariato di zona. Personale dell’Asl RMB ha elevato sanzioni amministrative relativamente all’installazione di caldaie a gas ed impianto elettrico non a norma ed ha richiesto la demolizione della veranda abusiva.

Fonte Omniroma


Visualizzazione ingrandita della mappa


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti