La IV edizione della Caffarella Parkrun

La corsa che sarà replicata il 20 ottobre ha tra gli scopi: fare attività sportiva, familiarizzare, riconquistare importanti valori umani, valorizzare i Parchi
Aldo Zaino - 14 Ottobre 2018

Sabato 13 ottobre 2018 ho aderito all’invito dell’amico Luciano Giovannini per cercare di divulgare le iniziative del Parkrun tramite foto e descrizione dell’evento attraverso la stampa.

Sono arrivato sul posto (Largo Pietro Tacchi Ventura) prima delle ore 9:00 orario previsto per la partenza per godermi l’aria pura e fresca del Parco e farmi spiegare più dettagliatamente sulle iniziative del Parkrun in questo caso della “Caffarella Parkrun”

Al mio arrivo ho trovato diverse persone che avevano già posto dei birilli per segnalare il punto di fine gara, il tavolo per il deposito borse, e già segnalato il percorso con degli appositi cartelli.

Luigi De Luca

Quando l’amico Luciano si è liberato dai suoi incarichi, Luciano è uno dei tanti volontari, mi ha spiegato che il Parkrun è un’iniziativa sportiva importata dall’Inghilterra dall’atleta Giorgio Cambiano un’occasione per correre o camminare per 5 km in un ambiente gradevole e sicuro, insieme a tanti parkrunner locali e stranieri.

Luciano nel proseguire la sua presentazione mi ha riferito che nel mondo il Parkrun ha raggiunto 5milioni di registrazioni appartenenti a 20 Nazioni, solo in Inghilterra ci sono 50 Parkrun.

A Roma il primo progetto sportivo è stato organizzato nel Parco Urbano del Pineto (Pineta Sacchetti), dal 2 settembre 2018 con orgoglio mi dice Luciano l’iniziativa è partita anche al Parco della Caffarella, grazie ai tanti volontari, oltre a me aggiunge l’amico c’è Laura Duchi, Marcello Romano, e Francesco Minicucci e tanti altri.

Dai tanti chiarimenti ho anche capito che in futuro questi appuntamenti si potrebbero organizzare in tanti altri Parchi, e che le iniziative del Parkrun  servono, a fare attività sportiva, familiarizzare per riconquistare importanti valori umani, per riappropriarsi, valorizzare e conoscere i Parchi. A tal proposito ho scoperto che nell’interno del Parco della Caffarella c’è un efficientissimo bar, con un adeguato  spazio con tavolini e sedie per gustare con tranquillità una tazza di caffè dopo l’attività sportiva.  In questo luogo inoltre, si affittano biciclette, una comodità per chi vuole visitare il Parco più velocemente.

Jane Barrable

Il segnale di partenza è stato dato qualche minuto di ritardo rispetto alle ore 9:00 perché l’organizzazione si è avvalso di un traduttore di lingua inglese per spiegare ai concorrenti le norme della gara- passeggiata.

I concorrenti si sono avviati secondo il proprio programma stabilito, tanti per realizzare il proprio tempo, altri con un’andatura più moderata, altri con carrozzine e figli al seguito con più autocontrollo.

La dimostrazione nell’ordine d’arrivo dai  17’45”di Luigi De Luca il primo a tagliare il traguardo, all’ultimo arrivato con il tempo di 38:10. Per la cronaca Sara Jane Barrable si è classificata al primo posto fra le donne.

Sabato prossimo 20 ottobre si replica con il quinto incontro della “Caffarella Parkrun” partenza ore 9:00 ingresso Largo Pietro Tacchi Ventura.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti