La programmazione fino a giugno del Teatro Quarticciolo

Tra gli ospiti: Ascanio Celestini, Francesca Zanni, Ambrogio Sparagna, Ginevra De Marco, Maria Paiato, Valerio Aprea e Massimo Nunzi
Enzo Luciani - 23 Febbraio 2008
Abitare A Speciale

Le cifre dei primi 50 giorni del teatro-biblioteca Quarticciolo sono molto gratificanti per Comune, Regione, Provincia, Ministero, Biblioteche, Municipio Roma VII e Teatro di Roma che hanno sostenuto la creazione di un nuovo centro  culturale periferico.

Il nuovo teatro di cintura, 160 poltrone, nato dal recupero di un mercato rionale, ha attirato 3.326 spettatori per 14 spettacoli (praticamente il tutto esaurito) e richiamato tremila persone grazie al prestito di materiale librario-audiovisivo e ai laboratori.

Paola Cortellesi e a Valerio Mastandrea, direttori artistici del nuovo spazio, due giovani romani molto noti anche al pubblico non teatrale, rispettivamente 34 anni lei e 36 anni  lui, assicurano il loro entusiastico impegno.

Intanto il 22 febbraio al Teatro di Roma la neo direttrice Giovanna Marinelli ha presentato la programmazione fino a giugno.

Si parte con una prima “municipale”, come la definisce Mastandrea correggendo il “nazionale” in calendario: Pasolini in jazz, ispirato ad Accattone e a Mamma Roma, accompagnato dalle musiche di Roberto Gatto e Danilo Rea, non nuovo, ma per la prima volta in coppia con la Cortellesi. Ed è già tutto esaurito, ma ci sarà un maxischermo.

«Abbiamo messo in cartellone cose che avremmo voluto vedere noi stessi e cose che abbiamo già visto – come In mezzo al mare di Mattia Torre, Parole sante di Ascanio Celestini e Tango di Francesca Zanni – cioè spettacoli fruibili. Ho sempre avuto un timore nei confronti dei classici – confessa Mastandrea – ora troverò anche il coraggio di affrontare 5 ore di Ronconi».
Tra gli altri ospiti del Quarticciolo: Ambrogio Sparagna, Ginevra De Marco, Maria Paiato, Valerio Aprea e Massimo Nunzi (www.teatrobibliotecaquarticciolo.it).


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti