Legami di Sangue

Una storia di odio e di amore in un sud Italia sconosciuto. Film d'esordio di Paola Columba
di Marco Piervenanzi - 25 Marzo 2009

Siamo nell’entroterra molisano, in un sud lontano dai riflettori, il sud che davvero non ti immagini. Quello dimenticato dalle fiction, niente dei temi soliti, solo il suo essere avulso dal volto europeo che l’Italia come paese tenta di darsi. E’ in una masseria isolata che si snoda la trama: tre fratelli e una sorella illustrano una dimensione rurale che non avevamo messo nel conto.
Legami di sangue è un film indipendente e come tale osa, racconta fatti di famiglia che si svolgono in contesti di miseria e disperazione.
I personaggi sono di un realismo inaspettato, ognuno con un suo vissuto, tutti con una propria interiore sofferenza. La somma di queste miserie umane genera questo film a basso budget girato in pochissimo tempo con attori innamorati del cinema, quello libero e autentico.

Film d’esordio di Paola Columba, autrice e regista teatrale, prodotto da Fabio Segatori, Baby Films. Premio Flaiano per la Migliore Opera Prima e per la Migliore Attrice Protagonista, assegnato a Cristina Cellini. Nel cast Andrea Dugoni, Pino Rugiano, Fulvio Cauteruccio, Giovanni Capalbio, Cristina Mantis, Vanessa Galipoli, Aldo Gioia e Alberto Cracco. Con la partecipazione di Arnoldo Foa’ esce in anteprima nazionale il 27 marzo presso l’associazione Filmstudio 80 in via degli Orti d’Alibert 1/c.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti