Matteo Renzi 1- Matteo Renzi 2 – Carcere di massima insicurezza – L’Ignazio “biscardizzato”

Fatti e misfatti di settembre 2013
Mario Relandini - 18 Settembre 2013

Ignazio Marino e Matteo Renzi ai Fori ImperialiMatteo Renzi 1

“La ripresa economica – ha lanciato la nuova battuta Matteo Renzi – non è un autobus”.

E’ vero. Oggi come oggi, purtroppo, non è nemmeno un motorino scassato e senza carburante. Solo che, per incamminarla verso il superamento della crisi, servirebbe un meccanico esperto e un carburante fatto di proposte concrete, non di frasi ad effetto. Che, alle volte, non fanno neppure ridere, ma fanno soltanto irritare. Fuori, ma soprattutto dentro al suo partito.

Ma quali bagni di Arnold's... a Renzie basta il gabinetto (di governo) - https://www.facebook.com/levignettediMGF

Ma quali bagni di Arnold’s…
a Renzie basta il gabinetto (di governo) – vignetta di MGF

Matteo Renzi 2

“Vorrei che il Pd – ha tenuto a far sapere, anche, Matteo Renzi – tornasse ad essere “cool””.

“Cool”, cioè fresco, alla moda, popolare, attraente. Insomma “figo”. “Figo” come lui. Anche se il suo sito è stato bombardato, da tanti iscritti pd, con battute toscanamente ironiche e, spesso, anche con battutacce per niente da “signorìa”. Ma lui, Matteo Renzi, è coerentemente così: da buon “figo” “se ne fotte”.

Carcere di massima insicurezza

Adotta Abitare A

“Nella nottata – è giunta notizia – è stata rubata la cassaforte del direttore del carcere di Pavia”.

Nella sua abitazione privata? No: nei suoi uffici all’interno del carcere. Ma, d’altra parte, il carcere di Pavia non è tra quelli di massima sicurezza.

L’Ignazio “biscardizzato”

“Al “Processo del lunedi” – riesumato, sulla Rai, dalle ceneri lasciate dal “molisano stretto” Aldo Biscardi – ha partecipato, questa volta, anche il sindaco di Roma, Ignazio Marino”.

“Ma che “c’azzeccava?” avrebbe esclamato Tonino Di Pietro. E infatti non “c’azzeccava” a tal punto che ha subito precisato che lui non è né un esperto né un tifoso di calcio. Allora, però, perché lo hanno invitato? E, soprattutto, perché lui ha accettato l’invito?
Ignazio Marino derby Roma LazioDopo Ignazio il ciclista, Ignazio il pedonalizzatore, Ignazio il donatore di sangue e Ignazio già altrimenti sovraesposto, occorreva anche questo Ignazio “biscardizzato”? Sicuramente no. E, quindi, il sindaco Marino farebbe forse bene ad apparire di meno all’esterno del Campidoglio e a cercare di risolvere concretamente, all’interno, i numerosi e non semplici problemi della capitale.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti