Farmacia Federico consegna medicine

Meno costi comunali sugli interventi di recupero e più efficienza e rapidità da parte degli uffici

Questo chiede l’ AIR (Associazione degli Imprenditori Romani)
di Sergio Scalia - 8 Luglio 2012

Giovedì 5 luglio 2012 tutti i membri della nuova Associazione degli Imprenditori Romani (AIR) si sono nuovamente incontrati prima della pausa estiva, per valutare il quadro delle opportunità di lavoro soprattutto nell’edilizia e le prospettive dell’AIR e dei suoi associati.

Dopo la costituzione ufficiale avvenuta a marzo 2012, l’AIR ha lavorato in questi mesi per completare le adesioni dei soci e per organizzare i servizi da mettere a disposizione delle imprese associate.

La sede sociale è stata definitivamente collocata in via Francesco Tovaglieri 17 ed è oggi operativo il sito dell’AIR, con correlato FORUM, raggiungibile all’indirizzo
www.associazioneimprenditoriromani.it/

Nel sito sono ben illustrate le caratteristiche dell’Associazione ed i servizi/consulenze offerti agli imprenditori associati e simpatizzanti. L’adesione è estesa ad artigiani, professionisti, amministratori di condominio e simpatizzanti, ognuno con contributi d’iscrizione diversificati.

Nel corso dell’incontro i responsabili dell’AIR Umberto Pagliaro e Roberto Gatta hanno esternato proteste e avanzato proposte che l’Associazione intende presentare agli amministratori comunali e municipali, per chiedere interventi di semplificazione e di sostegno nei confronti di chi sta cercando ancora di lavorare e di far lavorare in una situazione di pesante crisi.
In particolare, nel settore della manutenzione urbana e del decoro si è ricordato come il Governo abbia recentemente esteso dal 36% al 50% il limite per le detrazioni sugli interventi di manutenzione edilizia, anche se il recupero fiscale avviene nell’arco di dieci anni. Nello spirito di favorire interventi di recupero delle facciate, anche il Comune di Roma ha recentemente previsto una riduzione dell’80% per le occupazioni di suolo pubblico (OSP) delle impalcature, ma tale sconto è applicabile solo per gli edifici ricadenti sulle strade consolari. Visto che si tratta di uno sconto immediatamente recuperabile dal cittadino e che potrebbe incentivare la manutenzione di facciate dei condomini, si vuole chiedere che il Comune di Roma estenda tale riduzione di spesa dell’OSP a tutte le strade cittadine senza sperequazioni e per pari condizioni.

E’ stato anche sottolineato che il rapporto dei professionisti con gli uffici tecnici dei municipi non è sempre improntato alla massima efficienza, sia per i tempi di attesa che per le procedure di pagamento, ancora concentrate nell’unica cassa spesso decentrata dell’ufficio anagrafico, mentre solo il Dipartimento comunale ha attivato un servizio di pagamento via internet.
Si è quindi ricordato che uno scopo dell’Associazione è anche quello di rappresentare una forza di pressione nei confronti delle istituzioni, per migliorare il funzionamento della macchina comunale e delle norme che regolano il settore, richiedendo una protesta mirata e una proposta concreta da parte degli associati, allo scopo di mantenere attiva la pressione verso l’amministrazione, per favorire il lavoro delle imprese e migliorare l’ambiente urbano per il cittadino.

Per questo nei prossimi giorni il gruppo dirigente dell’AIR avvierà incontri con le amministrazioni comunali e municipali per sollecitare misure ed interventi, che possano incentivare il settore delle ristrutturazioni edilizie e delle manutenzioni urbane oggi in forte difficoltà. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti