Modifica viabilità al Sesto Miglio

Redazione - 24 Aprile 2014

“Chi ha preso la decisione di cambiare la viabilità di via Al Sesto Miglio, sulla Cassia, potrà anche aver avuto un sesto senso, ma quel senso (unico) era decisamente sbagliato”.  

sesto miglioLo scrive in una nota Vincenzo Leli, Presidente del Club Forza Silvio XV Municipio, che ironizza sulla scelta di rendere la viabilità stradale di Sesto Miglio a senso unico.  Una scelta infelice anche secondo i commercianti locali le cui attività avrebbero risentito della modifica.

“Decine di famiglie di commercianti, dunque centinaia di persone – spiega Leli -, ci dicono di patire le pene dell’inferno da quando, circa un anno fa, via Al Sesto Miglio è diventata a senso unico nella parte superiore, quella dove sono tutti i negozi, di fatto obbligando chi volesse recarvisi a compiere una lunga gimcana attraverso due altre strade, prima di potervi giungere”.

“Ciò ovviamente – prosegue Leli – avrebbe causato un ribasso a picco delle entrate degli esercenti, che rimpiangono i tempi, non lontani, in cui la via era accessibile direttamente da via Cassia”.

sesto miglio 2“Invitiamo pertanto la Polizia Locale di Roma Capitale, i vari Dipartimenti e soprattutto il Presidente del XV Municipio Torquati, coadiuvato dai suoi assessori al Commercio, Ariola, e alla Mobilità, Paris, a intervenire subito per ripristinare la vecchia viabilità, proprio come accaduto già per lo stesso motivo a via Riano a Ponte Milvio”.

“Non esistono cittadini nè tantomeno lavoratori di serie B – conclude Leli – quindi anche i commercianti della meno blasonata via Al Sesto Miglio devono aver diritto ad un presente e un futuro dignitoso”.

 

Il servizio


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti