Nomadi, Santori (Pdl): rispettare il programma e le aspettative

Dichiarazioni del Presidente Commissione Sicurezza capitolina
di Franco Leggeri - 25 Giugno 2009

“Esprimiamo soddisfazione riguardo le ipotesi, emerse in questi giorni, di soluzioni alternative al blocco del piano nomadi imposto dal Tar e che prevedono il possibile impiego di vigili urbani, ma resta inteso che non si può pretendere di risolvere i problemi della sicurezza se non si investe sul Corpo della polizia Municipale, in particolare sulle 200 assunzioni previste dall’accordo sindacale, sullo stanziamento di fondi da destinare agli straordinari, sull’equipaggiamento, la dotazione di strumentazione tecnologica adeguata e sulla ridefinizione degli obiettivi dei dirigenti in tema di sicurezza”.

Sartori prosegue ed affronta il tema nomadi. ”E’ comprensibile la preoccupazione sui ritardi concernenti la questione nomadi da parte della cittadinanza in quanto ogni rinvio nella definizione del problema finisce col costituire un grave rischio per la loro incolumità. La Giunta Alemanno ha il dovere di adottare misure incisive nel più breve tempo possibile, poiché l’intolleranza dinanzi al peggioramento delle condizioni di vita dei residenti delle zone limitrofe agli insediamenti abusivi sta prendendo sempre più piede. Dobbiamo evitare forme di giustizia fai da te, ma sempre più chiari e rassicuranti sui tempi e sulle modalità di applicazione del piano nomadi”.

Conclude Sartori “Siamo certi che l’attenzione dell’amministrazione capitolina resta alta, così come la volontà di eliminare tutti gli insediamenti abusivi presenti in città, la riqualificazione ed il controllo h24 dei 7 campi autorizzati, l’espulsione dei rom che hanno commesso reati o se muniti di fogli di via, così come certamente verrà rispettato l’impegno con i cittadini nel non realizzare nuovi campi rom in prossimità di agglomerati urbani. Sulla questione nomadi percorrere linee politiche difformi dal programma e dalle aspettative della città non può essere certamente giustificato né avallato politicamente in sede consiliare.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti