Osteria del Curato

Un accorato contributo di una nostra lettrice mette in luce le ombre del quartiere
riceviamo e pubblichiamo - 9 Giugno 2014

Volevo puntualizzare alcuni punti relativi all’articolo sulle ultime edificazioni in fase di realizzazione a Osteria del Curato.

Osteria del curato, definito nell’articolo “angolo di ex-periferia… abbandonato fino a pochi mesi fa” è in realtà un ampio quartiere, che sorge tra il Gra-Via Tuscolana-Via di Capanelle e la linea ferroviaria, oggetto da diversi anni di un notevole processo di edificazione, che lo ha reso un quartiere popoloso, dove molte giovani coppie hanno stabilito la residenza attratte più che dai servizi, dalla posizione, dal verde, dai nuovi palazzi e dalla relativa tranquillità che si respira all’interno della zona.

Osteria del curato domenica delle palme area vicariato - FOTO www.osteriadelcurato.it

Osteria del curato domenica delle palme area vicariato – FOTO www.osteriadelcurato.it

Fresco Market
Fresco Market

Solo all’interno però, perché:
– i tanto decantati ”ottimi collegamenti viari” dei bus sono insufficienti e mal pensati;
– Il traffico, in tutte le vie consolari, è tale che spesso si rimane intrappolati nel quartiere stesso in code interminabili;
– Il raccordo, che spesso si blocca totalmente all’altezza del tratto Tuscolana-Ardeatina, riversa minimo due volte a settimana, migliaia di veicoli sulle vie interne;
– La stazione metro Anagnina, è un luogo che diventa ogni giorno sempre più pericoloso, a qualsiasi ora del giorno;
– I servizi di pubblica utilità sono inesistenti. Nel quartiere esistono solo un nido, una farmacia e una piscina comunale;
– Dopo anni e anni, nonostante il numero di residenti e nonostante le richieste avanzate, non esistono Scuole, Centri Sportivi e di aggregazione per bambini e ragazzi, Servizi Postali e collegamenti dignitosi con i quartieri limitrofi;
– I servizi di pulizia delle strade e svuotamento cassonetti, ormai vengono svolti su richiesta giornaliera dei cittadini, che si ritrovano i marciapiedi pieni di spazzatura.
– La sicurezza negli appartamenti è una questione di pura fortuna;
tanto per fare un quadro delle realtà odierna.

L'assessore Masini al Centro Anziani del Quarticciolo

L’assessore Masini

I numerosi costruttori che hanno ben pensato di costruire a Osteria del Curato, continuano a farlo ignorando la realtà in cui si inseriscono, senza considerare che un buon progetto di edificazione non può prescindere dalla realizzazione di servizi primari e secondari realmente necessari alla zona.
Su un giornale attento alla realtà di quartiere come il vostro, oltre ad articoli evidentemente pubblicitari, credo sia giusto dare spazio e risalto alla protesta sollevata dal comitato di quartiere di Osteria del curato, da sempre attento agli sviluppi e alla salvaguardia ambientale della zona e che proprio in questi giorni sta denunciando al VII municipio e all’Assessore comunale alle periferie Masini, una situazione incresciosa.

rotatoria-cinquefrondi osteria del curatoProprio in prossimità dei nuovi palazzi da voi menzionati, (via Cinquefrondi – via S. Caterina Albanese), si sta realizzando in questi giorni una rotatoria, considerata inutile da tutti i residenti della zona, perché nasce in un punto interno del quartiere dove non esiste traffico da veicolare, danneggiando peraltro senza alcun rispetto la bellissima alberatura presente sulla via.
Si è richiesto con urgenza un incontro con l’assessore Masini, perché nella zona si continuano a sprecare oneri concessori per la realizzazione di opere inutili, ignorando i servizi necessari alla zona e danneggiando oltretutto quanto di buono già esiste.
Sarebbe pertanto più che auspicabile che i privati costruttori, oltre a consegnare le chiavi di appartamenti lussuosamenti rifiniti, si impegnassero, di concerto con le amministrazioni comunali e i rappresentanti territoriali, a restituire finalmente un reale valore aggiunto a quelle zone come Osteria del curato, grazie alle quali traggono i loro profumati e meritati guadagni.
E ancora più auspicabile che il Comune non continuasse ad autorizzare l’evidente spreco di denaro pubblico.

Anna P.


Commenti

  Commenti: 2


  1. non prendetevela con i costruttori,loro fanno il loro mestiere,sono gli amministratori di ogni colore politico che si sono sempre dimostrati loro dipendenti.Mi sta deludendo persino Marino.Va a finire che per risolvere i problemi a Roma ci vuole la lista civica staccata da tutti i partiti.

  2. PROGRESSO ITALIANO


    SI A NUOVI EDIFICI EMARGINIAMOE NON ASCOLITIAMO CHI NON LI VUOLE, NON PARTECIPIANO A COMITATI ETC DI QUARTIERE CHE SANNO SOLO NO AL NUOVO DA COSTRUIRE!!E LA COLPA DI CHI E’? OSTERIA DEL CURATO HA BISOGNO DI QUESTI EDIFICI ED ALTRI, BASTA DIRE NO A TUTTO, QUANDO NOI ABBIAMO UNA CASA E GLI ALTRI NO , IL NO E’ LA CULTURA DEL VECCHIO, DECREPITO DISFATTISMO ROSSO-NERO ESTREMISTA( ANZI NEANCHE DI QUESTI COLIRI SONO, MA SOLO IL COLORE E RIMASTO A QUESTI SIGNOR-NO!!!). PER FAR CRESCERE O. DEL CURATO BISOGNA FARE LE MULTISALA A CINEST, MA QUI I COMITATINI E ASSOCIAZIONCINE ( VERDI PER DIRE, CHI AMA IL VERDE VADA DOVE SI COSTRUISCE SULLE COSTE, INVECE DI USUFRUIRE DI SECONDE O TERZE CASE AL MARE O ATTITTARSI LA CASUPOLA AL MARE). OSTERIA DEL CURATO DEVE ESSERE RIEMPITA DI PALAZZI COME CENTRALITA’ ROMANINA E T. SPACCATA E COME TRA VIALE CIAMARRA E TUSCOLANA, CON BEI GIARDINI IN STILE PIU’ ANGLOSASSONE MAGARI ,CHE FRANCESE , VISTO LA FRANCIA E’ SOLO L’ESEMPIO NEGATIVO DI OGGI! E ALLORA CI SARANNO PIU’ SERVIZI,GENTE,SETTORI TERZIARI CHE DANNO LAVORO, IL LAVORO NASCE DICENDO SI E NON DICENDO FAVOLE DA DECRESCITA INFELICE COME DICONO FATISCENTI IDEOLOGIE D’OGGI!OSTERIA DEL CURATO CRESCE SE SI COSTRUISCE E NON OSTACOLARE NUOVI EDIFICI PER AVERE LA BORGATARUCOLA E IL PANORAMINO BELLO, DICENDO IO HO CASA GLI ALTRI SE LA SUDANO!! BEL PENSIERO EGOISTA!!! MOLTI ABITANTI A ROMA DEVONO FAR COSTRUIRE IL NUOVO, EDIFICI, GIARDINI CARINI CON BELLE TORRI, SI TORRI DA 30 PIANI E OLTRE, SI RISPARMIA SPAZIO, STRANO LA COSCIENZA VERDE VEDE PIU IL PANORAMINO DI CASA SUA, CHE IL VERO RISPARMIO DI SUOLO!! BASTA LA MENTALITA’ DI DIRE SEMPRE NO, LA MENTALITA’ BORGATARA BORGHESE-ROSSO-NRA , SOLO COLORI, CHE DENTRO QUESTI COLORI NATURALMENTE NON C’E’ NULLA DI IDEOLOGICO MA SOLO EGOSIMO DI VOLER STARE ISOLATI , CHI VUOL STARE ISOLATO SI TRASFERISCA IN QUALCHE CITTA’ PICCOLA, INOLTRE IL COMUNE DI ROMA DEVE CHIUDERE LA PORTA A CONSULTARE COMITATINI E ASSOCIAZIONCINE DI QUARTIERINI, DEVE FARE E BASTA. I SENZA CASA CHE OCCUPANO E VEDONO QUESTI CITTADINI TRENTENNI GIA VECCHI DI MENTALITA’ O GENTE DI OLTRE MEZZETA’ CHE FANNO QUESTE RIUNIONCINE CONTRO NUOVE CASE, CI RIMANGONO DAVVERO MALE..E HANNO RAGIONE. CHI NON VUOLE NUOVI EDIFICI FACCIA DEMOLIRE VILLAGGI TURISTICI IN CALABRIA, CAMPANIA, PUGLIA, LIGURIA,SICILIA,SARDEGNA , NON TUTTI CETRO MA UNA BUONA PARTE, LI VADA SE AMA IL VERDE O VADA IN MASSA A MANIFESTARE DOVE C’E’ LA DITTATURA DELLE MAFIE PARAMILITARI COME CAMORRA ETC DEL SUD COME DEGLI SPECULATORI LIGURI O FRIULANO-TEDESCHI!!! C’E’ GENTE CHE DEVE PROLIFERARE FIGLI , IL DISFATTISMO VA EMARGINATO E NON ASCOLTATO. RIPETO SI E SOSTENIAMO CHI VUOLE COSTRUIRE A ROMA E NELL’AREA METROPOLITANA DELLA NASCENTE E FANTASTICA MEGALOPOLI EUROPEA!!

Commenti