Padiglione Ludwig, una scuola teatrale nel cuore del Pigneto

Parla Fabio Isopo, uno studente universitario che ha partecipato alla lezione di prova
di Emiliana Costa - 26 Settembre 2008

Recitare, giocare, socializzare. Sono i temi emersi dalla lezione prova della scuola teatrale Padiglione Ludwig, che si è svolta giovedì 25 settembre nella sede di via Ascoli Piceno, in zona Pigneto. L’istituto di recitazione rappresenta un elemento importante all’interno del panorama culturale del VI Municipio, perché mira a riportare il Teatro dell’Arte tra la gente e a diffondere la conoscenza delle opere popolari sul territorio.

Fabio Isopo, 26 anni, studente universitario, ha partecipato alla serata di prova ed è rimasto entusiasta del programma del Padiglione Ludwig e del suo corpo docente. Tutti insegnanti provenienti dalla nota scuola Silvio D’Amico e con un curriculum di tutto rispetto, a partire dai due direttori artistici: Martino D’Amico e Roberto Valerio.

Perché hai scelto di partecipare alla lezione di prova del Padiglione Ludwig?

E’ stato un modo per mettermi alla prova, per comprendere a fondo le mie capacità espressive e i miei limiti emotivi, legati a vergogna e timidezza. Ma anche l’occasione di trascorrere una serata diversa all’insegna del divertimento-culturale insieme ai tre amici che hanno seguito la lezione con me.

Cosa ti attrae del mondo della recitazione?

Il poter essere ogni volta un personaggio differente, vivere altre vite diverse dalla mia, sognare e uscire dalla realtà per qualche ora. Ma mi affascina anche lo studio di tutte le discipline connesse alla recitazione: dal mimo, all’improvvisazione, alla dizione.

Qual è il valore di una scuola teatrale nel cuore del Pigneto?

Con questo progetto si cerca di diffondere il teatro nel VI Municipio, rendendolo un’esperienza popolare e non di elite. Inoltre, la messa in scena delle opere di autori che hanno raccontato il territorio e le sue vicende – come Pier Paolo Pasolini – permette di riscoprire le nostre radici culturali. Il Festival del Pigneto – la rassegna teatrale organizzata nel luglio scorso dal Padiglione Ludwig – ha riscosso un notevole successo di pubblico, facendo registrare ogni sera il tutto esaurito.

Come sono organizzate le lezioni della scuola?

I corsi si svolgono una volta alla settimana e sono divisi per differenze di età e di esperienza nel campo della recitazione. Il costo è di 60 euro al mese, più una piccola iscrizione. Alla fine dell’anno è previsto l’allestimento di uno spettacolo che sarà messo in scena in uno dei teatri romani.

Ti iscriverai al corso del Padiglione Ludwig?

Sicuramente sì. Mi ha colpito la professionalità del corpo docente proveniente dalla scuola Silvio D’Amico. Il modo in cui gli insegnanti ci hanno fatto sentire a nostro agio, facendoci interagire per la prima volta con gli elementi basilari della recitazione. Il Padiglione Ludwig rappresenta un’opportunità culturale del VI Municipio a cui non intendo rinunciare.


Commenti

  Commenti: 1


  1. Vorrei partecipare ad unalezione prova per corso di teatro principianti dilettanti.grazie

Commenti