Municipi: | Quartiere:

R. Mussolini: “Fuori dal piano estate diverse scuole di periferia, penalizzate da Giunta Raggi”

«Altro che “Piano Estate”. Nella nostra città solo 20 scuole rientrano nei finanziamenti previsti dal Ministero dell’Istruzione con il risultato che l’obiettivo dichiarato di aiutare i ragazzi a socializzare dopo il lockdown rischia di diventare un miraggio, a meno che le famiglie non decidano per un centro estivo privato mettendo mano al portafogli.

E’ evidente, però, che quest’ultima è un’alternativa costosa e, come tale, non praticabile per tutti. Tra i delusi soprattutto i ragazzi delle periferie. A Tor Bella Monaca, ad esempio, ad essere penalizzati saranno anche i 1300 iscritti dell’istituto comprensivo “Francesca Morvillo”, una di quelle realtà di trincea diventata una scuola di eccellenza. A dare adesione per corsi, attività ludiche e laboratori erano già stati 300 di loro, ma i fondi attribuiti all’istituto sono troppo pochi e non sarà possibile protrarre le attività oltre il 30 giugno.

Non è corretto: i grillini rivolgono la propria attenzione a periferie e borgate considerandole solo serbatoi di voti e, passata la tornata elettorale, si scordano di loro, guardandosi bene dal mantenere le promesse fatte a chi vi abita. Proprio per questo stamattina è stata presentata un’interrogazione che punta a conoscere le motivazioni che hanno fatto escludere la scuola dalla fruizione di ulteriori fondi per lo svolgimento delle attività del Piano Estate. Adesso vediamo che scusa si inventeranno».

Così Rachele Mussolini, consigliere comunale della lista civica Con Giorgia e Vice Presidente della Commissione Controllo, Garanzia e Trasparenza di Roma Capitale, e Federico Rocca, responsabile romano Enti Locali FdI.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento