‘Sulla scena del crimine’: una giornalista in prima linea contro il crimine

Il thriller girato Sulle rive del Tevere all'altezza di Ponte Sisto, nel quartiere Prati e sulla spiaggia di Ostia
G.D.N. - 6 Settembre 2011

Sulle rive del Tevere all’altezza di Ponte Sisto, nel quartiere Prati e sulla spiaggia di Ostia, sono state girate le significative scene dell’atteso thriller “Sulla scena del crimine” tratto liberamente dalle cronache romane più attuali e che vede protagonista Mila Rich, l’avvenente giornalista del periodico DonnaDonna, nota per le sue battaglie sociali contro lo spaccio di droga, a favore dell’integrazione dei disabili e degli stranieri residenti di ogni etnia e religione. Il film è attualmente in visione nella Digital Video Library del 68° Festival del Cinema di Venezia situata nel famoso Excelsior, al Lido.

La particolare ed avvincente storia, prodotta da Ukraina in Europa Onlus, è stata scritta e diretta dal marchese autore e regista neoverista Giulio de Nicolais che ha ricevuto nel giugno scorso il Premio Amici di Alberto Sordi 2011.

La pellicola mostra come dalla collaborazione altruista e responsabile tra reporter e Polizia, sia possibile in una metropoli come Roma salvare vite preziose e fermare il crimine. Il film che vede tra i suoi interpreti Mario Donatone (in Il Padrino di Francis Ford Coppola, Bellissima di Luchino Visconti, Il Camorrista di Tornatore) Mila Rich, la giornalista protagonista (interprete in Paradiso all’improvviso di Pieraccioni, Carabinieri 4, Tutti pazzi per amore 3 su Rai 1), Francesco Castaldi (Carabinieri 6, Incantesimo 9, Ris 6, I Cesaroni), Floriana Secondi (vincitrice del GF 3) alla seconda interpretazione cinematografica, è stata premiata dal Campidoglio e dall’Accademia Internazionale Golden Fortuna con una medaglia d’argento raffigurante San Giorgio che uccide il drago, che nel nostro caso è "il crimine".

Tra gli altri interpreti il presentatore Rai 2 Angelo Martini il testimone, Olga Matsyna è Luana, Andrea Arriga il fotografo, Gabriele Ratini l’ispettore, Roberta Putzolu una modella, Gianluigi Barbieri. Giulio de Nicolais, ha già partecipato lo scorso anno al 67° Festival del Cinema di Venezia – Biennale 2010 con la pellicola “Amore: amore cristiano, amore musulmano” riscuotendo particolari consensi dalla critica ed ottenendo altri premi internazionali.

E’ da tenere in considerazione l’interpretazione magistrale di Mila Rich, attrice ucraina. Le musiche che compongono la colonna sonora sono del M° Angelo Martini e di Stefano Spelar, che della pellicola cura anche la fotografia.Le riprese sono state effettuate in Full HD.

La storia di Luana, una giovane fotomodella, interpretata da Olga Matsyna inizia sulle rive del Tevere una sera d’estate, mentre assiste ad uno spettacolo sul greto del fiume Tevere. Quella sera Luana incontra prima Mila la collaboratrice del periodico DonnaDonna, interpretata dall’ucraina Mila Rich che le offre l’opportunità di scrivere sul giornale, quindi viene illusa da Artur Canova, un fotografo. Di qui il dramma di Luana che di lì ad alcuni giorni viene ritrovata in fin di vita sul litorale laziale dalla Polizia e poi trasportata in ospedale cadrà in coma – la giovane, accogliendo le proposte del Canova, avrebbe perso sicuramente la sua vita senza il tempestivo intervento della giornalista Mila Rich che come al solito, in flagranza di un crimine allertava l’ispettore Desideri della Polizia criminale. L’attenta giornalista aveva notato che l’uomo, non poteva essere un vero fotografo, ma un pusher o un maniaco. 

1- Angelo Martini Mila Rich Gabriele Ratini. 2-Adescamento: Olga Matsyna e Andrea Arriga. 3- Mila telefona all’ispettore.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti