‘Terra Terra’ con Elena Ruzza a Rodi Garganico il 23 e a Ischitella il 25 agosto

Successo della rappresentazione del monologo teatrale a Rodi il 23 agosto
Enzo Luciani - 24 Agosto 2011

Nell’ambito della rassegna Gargano Letteratura 2011, nell’incantevole scenario del Centro Visite di via Varano a Rodi Garganico grande successo del monologo teatrale “Terra Terra” di e con Elena Ruzza (al pianoforte: Barbara Pungitore, alle percussioni Matteo Cantalamessa, disegno luci Agostino Nardella). La rappresentazione sarà replicata il 25 agosto alle ore 21.30, a Ischitella nel piazzale San Francesco.

Ha introdotto e condotto la serata Pietro Saggese, instancabile animatore culturale rodiano, con una sintetica presentazione dello spettacolo e degli artisti. Rino Caputo, preside della Facoltà di Lettere di Roma Tor Vergata ha offerto un succinto ed esauriente compendio della letteratura dell’emigrazione in cui si colloca la ricerca della giovane e valente attirice di Settimi Torinese, molto legata ad Ischitella per le origini di sua madre (soprannome: Terra Terra, da cui  prende il titolo il monologo). Il poeta Vincenzo Luciani ha infine letto due sue poesie tratte da "Il paese e Torino" che ripercorrono le vicende dell’emigrazione verso il nord degli anni Sessanta.

Lo spettacolo di Elena Ruzza, ben coadiuvata da Barbara Pungitore e Matteo Cantalamessa ha dalle prime battute al crescendo finale tenuto avvinto il pubblico che ha sottolineato con frequenti applausi la performance della giovane (ma artisticamente navigata) Elena Ruzza. Al termine dello spettacolo una convinta e prolungata ovazione.

Terra Terra: è uno spettacolo di e con Elena Ruzza – Musiche di Barbara Pungitore – Collaborazione artistica di Mariella Fabbris 
Storie di un mondo semplice che decide di lasciare il Paese, intrecci di vite tra i vagoni di un treno, i pullman, i camion, le navi che portano uomini e donne lontano dalla propria terra con il sogno di costruire una nuova vita. Racconti spesso sussurrati con parole di altri tempi, una commistione di italiano e dialetto in cui passato, presente e futuro si mescolano … ed anche i luoghi e i mondi lontani da cui si proviene vengono ricreati in spazi nuovi ed esibiti su una scena urbana Settimese e Torinese ormai divenuta internazionale …. 
Così in queste Città capita di ritrovare profumi gusti ed immagini perdute e, nella memoria, ritrovate.
Il racconto parte dai nomi, o per meglio dire dai soprannomi che fungono da albero genealogico per trovare le radici di ogni persona … e si perde nei tanti percorsi che il raccontare stesso crea, fino a divenire la narrazione di una migrazione esemplare che racconta: l’Italia del dopoguerra, il boom economico, la ricerca di una Casa, il lavoro, l’arrivo a Settimo Torinese e a Torino, che diventa la terza città meridionale d’Italia. 
Dal progetto di Ricerca Teatro e Documentario “Origini : Storie di Migrazioni, di fughe di popoli, di nascite di idee, casa, famiglia, lavoro. 
Dalle Memorie di una migrazione esemplare italiana, Ischitella – Settimo, Torino alle memorie di una migrazione contemporanea dall’Africa, dall’Est Europa, dal Sud America… Italia da Terra di Emigrazione a Terra di Immigrazione.

Chi è Elena Ruzza: (sintesi)
è un’attrice che lavora sulla memoria, sui diritti e sul territorio con estrema cura e passione. 
ESPERIENZE di vita e lavoro (sintesi)
Anno 2003 “Non mi arrendo, non mi arrendo” oltre 50 Donne raccontano la Resistenza. Progetto di laboratori e spettacoli Con Mariella Fabbris, Gabriella Bordin, Rosanna Rabezzana e Elena Ruzza. 2004-05 “Saluti da Settimo”a cura di Mariella Fabbris. 60 bambini raccontano il passato e il presente industriale della città. “Non mi arrendo, non mi arrendo, Storie di donne di diritti conquistati e da riconquistare” . Con Gabriella Bordin, Mariella Fabbris, Rosanna Rabezzane e Elena Ruzza. Repliche al Teatro Carignano, Cavallerizza, Fabrica di Avigliana. -2005- 2006 -2007 Figli della Fabbrica . Progetto Ecotempo/Scuola della città di Settimo T.se a cura di Mariella Fabbris . Progetto di laboratori e spettacoli per 100 ragazzi della Scuola Superiore sulla memoria del lavoro. – Anno 2006. “1907 – 2007 : 100 anni di Farmitalia”. Progetto Ecotempo/Scuola: Per un teatro della memoria. Città di Settimo, Fondazione Cultura Metropolitana. 400 ragazzi delle scuole elementari , medie e superiori raccontano i 100 anni della Farmitalia ora Antibioticos. – 2006- 2007 “Barattoli di Memoria” segue parte del laboratorio rivolto ai ragazzi dei 2006 ed è attrice – interprete dello spettacolo all’Ecomuseo di Settimo. Regia di Massimiliano Giacometti. 2006-2007 “LuneStorte” Attrice , interprete . spettacolo sulla memoria del manicomio di Collegno. Regia di Rosanna Rabezzana e Mirella Violato. – Anno 2007-2008 La memoria dei luoghi progetto di laboratori rivolti alle bambine, ragazze e donne finalizzati agli spettacoli presentati nel quartiere San Salvario ,città di Torino “I Promessi Sposi… progetto di laboratori rivolti alle bambine, ragazze e donne finalizzati agli spettacoli presentati nel quartiere Villaggio Fiat ,città di Settimo Torinese –2007 Una storia per Romeo e Giulietta progetto di laboratori rivolti alle bambine, ragazze e donne finalizzati agli spettacoli presentati nel quartiere Villaggio Fiat ,città di Settimo Torinese – 2008 Vallette progetto di laboratori rivolti alle bambine, ragazze e donne finalizzati agli spettacoli presentati nel quartiere San Salvario ,città di Torino 2008 2008 – 2009 Ritratti. Omaggio a Miriam Makeba Recital teatrale e musicale sulla vita della più grande cantante sudafricana di tutti i tempi. In produzione : “il libro dov’è?” Ritratto di Italo Calvino con Mariella Fabbris e Antonella Delli Gatti. Produzione SantiBriganti Teatro e Festival Internazionale “i luoghi delle Parole” debutto 20 – 21 ottobre 2009 Garybaldi Teatro Documentari – Cinema “Non mi arrendo, non mi arrendo” dallo spettacolo teatrale al Teatro Carignano per i 60 della Resistenza . Vince il primo premio come miglior documentario italiano sulla Resistenza. Settembre 2006. Ospite speciale a Napoli per la rassegna “A corto di Donne” giugno 2007. -Per un Teatro della Memoria E’ Attrice, organizzatrice e segretaria di produzione del Film documento “I colori di una fabbrica” di Franco e Mario Piavoli Vincitore del premio Action, diritti in movimento; di Libero Bizzarri di San Benedetto del Tronto; 
PUBBLICAZIONI 
“Non mi arrendo, non mi arrendo” un teatro di donne , memorie lotte e diritti a cura di Roberta Gandolfi- e Carlotta Pedrazzoli. Continua a seguire come attrice e come operatrice teatrale laboratori e progetti speciali rivolti alla scuola elementare, media e superiore per la Città di Settimo e Torino con Mariella Fabbris . Con il gruppo Almateatro Torino sul tema della memoria ,migrazione e della conquista dei diritti. elenaruzza@virgilio.it mariellafabbris@libero.it

 

Gli altri appuntamenti di Gargano Letteratura 2011

– ISOLA VARANO, Hotel La Bufalara, 26 agosto 2011, ore 20,30
Reading dei poeti dialettali: Roberto Pagan (dialetto triestino), Piero Marelli (dial. lombardo), Pier Franco Uliana (veneto), Ombretta Ciurnelli (umbro), Maurizio Noris (lombardo) e Renato Pennisi (siciliano)

Adotta Abitare A

– ISCHITELLA, piazza De Vera D’Aragona, 27 agosto 2011, ore 20,30
Assegnazione del Premio di poesia nei dialetti d’Italia
“Città di Ischitella-Pietro Giannone VIII edizione
ai poeti vincitori Roberto Pagan, Piero Marelli, Pier Franco Uliana e Franco Fresi

– ISCHITELLA- Sala Consiglio comunale 29 agosto 2011, ore 17,30
Omaggio a P. Remigio De Cristofaro -Saluto del Sindaco di Ischitella Piero Colecchia- Intervengono: Salvatore Villani (etnomusicologo), Vincenzo Luciani (poeta)


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti