Una piccola storia che procede bene
(fra il Parco degli Acquedotti e Tor Fiscale)

e-mail dei lettori - 19 Dicembre 2013

Inserito nella rete delle piste ciclabili e dei sentieri di Google maps e marcato dalla segnaletica dell’Ente Parco Regionale dell’Appia Antica, il collegamento aperto poco più di un anno fa (vedi anche  ‘Proseguono i lavori fra il Parco degli Acquedotti e il Parco di Tor Fiscale‘)  appare oggi compiutamente acquisito all’uso pubblico, in buone condizioni di pulizia e regolarmente frequentato.
Apparentemente risolta anche l’incompatibilità d’uso del sottopasso di via del Quadraro, la nuova area si presenta sia come una possibile modalità per estendere la pubblica frequentazione del grande Parco dell’Appia Antica, sia quale nuova piccola area verde con proprie specifiche caratteristiche.

 

Nel rispetto della sua primaria funzione di protezione naturalistica e con il supporto di specifiche competenze, varrebbe ora la pena di valutare la qualità delle specie botaniche presenti e la loro disposizione, a partire dalla quinta vegetale che già in parte nasconde la limitrofa ferrovia. Le discese che si susseguono dal Parco degli Acquedotti e la stretta e riparata valle in cui sfociano valgono, per potenzialità e funzione l’attenta considerazione di interventi botanico-paesaggistici.

Carlo Olivetti


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti