Laboratorio Analisi Lepetit

Urge trasparenza sulle aree verdi date in concessione nel V municipio

Approvata la mozione che chiede al Dipartimento Tutela Ambientale di regolarizzare le aree pubbliche in concessione a privati
di Alessandro Moriconi - 12 Novembre 2013

Il consiglio del Municipio Roma V ha approvato, nella seduta del 7 novembre, una risoluzione presentata dal capogruppo della Lista Civica Marchini Massimo Piccardi per chiedere agli uffici preposti del Dipartimento Tutela Ambientale di regolarizzare una situazione che attualmente penalizza gli interessi della comunità al solo vantaggio economico dell’iniziativa privata.

Cassandrino

Cassandrino

La presa di posizione di Piccardi riguarda l’utilizzo di un’area di oltre 2.000 mq all’interno del parco di viale della Primavera che l’allora municipio VI ha intitolato a Filippo Teoli (celebre burattinaio degli inizi del ‘800 creatore della maschera di Cassandrino). Un’area nel quartiere Villa De Sanctis al confine con Centocelle, che fu concessa al giostraio di piazzale delle Gardenie “sfrattato” a causa dell’apertura del cantiere per la realizzazione della fermata della Metro C dove con le sue attività occupava circa 300 mq.

Ma si sa l’Italia è il paese dell’impossibile ed in pochi anni i 300 mq originari della giostrina di piazzale delle Gardenie si sono trasformati in una super azienda regno del divertimento e dell’attività ludica dei bambini, dove su una estensione di oltre 2.000 mq è possibile intrattenersi tra gonfiabili e tappeti elastici, tra flipper e calciobalilla, tra trenino elettrico e i più moderni giochi di intrattenimento e all’occorrenza, anche offrire spazi a pagamento in cui intrattenere parenti e amici per le feste di compleanno dei propri piccoli.

Area superattrezzata parco Filippo Teoli

Massimo Piccardi

Massimo Piccardi

Tutto bene ha detto Piccardi nel suo intervento “Vogliamo però che gli uffici preposti a livello dipartimentale congiuntamente al Municipio Roma V convochino una conferenza di servizio, dove venga discussa la convenzione pubblico/privato e dove ovviamente risulti preminente l’interesse pubblico”. Cosa, che se anche Piccardi non lo dice, in questi anni non è che sia andata proprio così.

Infatti il Parco Teoli, oltre ad essere scarsamente manutenuto, è anche frequentato da tantissimi possessori di cani che ne usufruiscono senza regole e con scarso rispetto degli altri frequentatori.  L’intenzione che si prefigge Piccardi e l’intero Consiglio del Municipio Roma V  è proprio quella di verificare la quantità di superficie concessa e la possibilità di quantificare interventi di guardiania e manutenzione dello spazio, al fine di assegnarli al concessionario dell’attività a parziale scomputo del pagamento dell’occupazione del suolo pubblico.

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti