‘Va’ dove ti porta il clito’: parodia ‘pornografica e blasfema’

Monologo di e con Daniele Luttazzi dal 13 al 18 Ottobre al Teatro Olimpico di Roma
di Ilaria Pacelli - 13 Ottobre 2009

Il geniale comico romagnolo Daniele Luttazzi ripropone dal 13 al 18 ottobre 2009 al Teatro Olimpico di Roma la parodia “pornografica e blasfema” di un famoso bestseller (“Va dove ti porta il cuore” di Susanna Tamarro), satira che fu oggetto di una querelle giudiziaria che si risolse con una doppia vittoria per Luttazzi (a favore del quale si schierarono i nomi più importanti della critica letteraria: Maria Corti, Guido Almansi, Patrizia Violi, Alberto Bertone, Omar Calabrese).

“Va’ dove ti porta il clito”, pubblicato nel 1994 e per il quale riceve il "Premio di satira politica Forte dei Marmi" nel 1996, sottoponeva al vaglio di una critica corrosiva il sentimentalismo melodrammatico e l’insieme arrugginito dei valori sbandierati dal testo originale; pathos e valori che, a 12 anni di distanza, sono diventati programma di governo e incubo esistenziale per molti. Dalla pubblicazione della parodia, Luttazzi ricava il monologo teatrale omonimo che interpreterà a Roma dal 13 al 18 ottobre, al Teatro Olimpico di Roma.

L’Attualità’ politica che ci circonda e lo sgomento di tanti di fronte al degrado morale in cui versa la nostra società sono motivi non secondari per riproporre oggi questo esercizio di realismo esplicito, aperto ai singulti di un riso irrefrenabile, che fu allo stesso tempo denuncia delle mostruosità che stavano incombendo e teatro attualissimo di una interiorità contemporanea, non pacificata.

Il monologo di Luttazzi ritorna oggi sulle scene a dissacrare i tromboni e le loro verità precostituite con l’intarsio ritmico di associazioni verbali e iconiche che valsero a Luttazzi il plauso della critica e il successo di pubblico.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti