Via Morandi: fermato un impianto d’ascensore per infiltrazioni d’acqua segnalate un anno fa

È un atto contro le persone soprattutto anziane
Alessandro Moriconi - 27 Novembre 2019

L’11 novembre del 2018 abbiamo accompagnato un troupe del Tg3 con la giornalista Rossana Livolsi per un Servizio sullo stato di degrado in cui versano le Case Popolari Ater di via G. Morandi e quelle ERP di via T. Cremona.

Abitare a Roma dopo un paio di giorni pubblicò un articolo per denunciare l’assoluta mancanza di manutenzione nei due complessi di Case Popolari sia Ater che ERP.

Purtroppo aver messo in risalto l’assenza pluridecennale di manutenzione sulla Tv Pubblica non è servito un granché, fatto salvo alcuni impegni assunti dall’Assessore al Patrimonio della Regione Lazio Massimiliano Valeriani e dal Dirigente Generale di Ater Ing. Napolitano, durante incontri avuti con gli inquilini nei locali de CSAnziani Morandi.

NIENTE o quasi è cambiato, anche perché si tratta di lavori impegnativi che hanno bisogno del tempo necessario. Purtroppo per alcuni ascensori le cose sono peggiorate, visto che sono stati  bloccati a causa di infiltrazioni d’acqua nelle cabine motore. Ed ecco che, un anno dopo quel servizio sul Tg3, le infiltrazioni d’acqua in cabina non eliminate hanno provocato il fermo già da 10 giorni di quello al civico 28 scala N di via G. Morandi. Una scala dove oltre l’80% di inquilini sono ultra settantenni che non fanno altro che segnalare giustamente il problema, senza però ricevere nessuna risposta.

Noi, nel nostro piccolo, sottoponiamo di nuovo il grave problema sia al Municipio V che ad Ater, per competenza e questo al fine di amplificare la voce degli anziani e di tutte le persone che hanno difficoltà che purtroppo non si verificano solo alla scala N del civico 28 di via Giorgio Morandi A Tor Sapienza.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti