Dar Ciriola asporto

80 opere pittoriche degli ‘Anziani’ del Casilino 23 esposte al Centro Commerciale Primavera

Gli autori sono gli allievi della scuola del Centro di via Ferraironi diretta da Mario Grasso
di Nicola Capozza - 10 Marzo 2007

Grazie alla guida di Mario Grasso, dirigente della scuola di pittura del Centro Anziani del Casilino 23, ben 23 artisti hanno esposto le loro 80 opere pittoriche presso il Centro Commerciale “Primavera”, nell’omonimo viale, nei giorni 9 e 10 marzo.

Ormai la manifestazione artistica sta diventando quasi un classico tra gli appuntamenti che il centro commerciale riserva ai propri clienti.
E chi ha ancora l’immagine della nonna che in casa è alle prese col matterello in mano a stendere sul tavoliere la pasta all’uovo; oppure del nonno in poltrona a leggere il giornale o a raccontare favole ai nipotini, allora è meglio che se lo dimentichi in fretta.
Almeno qui, al Casilino 23, le (cosiddette) nonne amano impasticciarsi le mani non con la farina ma coi colori ad olio o con gli acquerelli.

E i nonni si dilettano a maneggiare non i pannolini e le pappe dei propri bebè ma le matite e la tavolozza, emulando in questo modo i grandi pittori e rincorrendo la propria creatività e fantasia trasfigurandola con i colori in quadri senz’altro interessanti.

Non male, quindi l’idea della mostra al Centro Primavera. D’altronde, com’è noto, non si vive di solo pane.

Facciamo un giro tra i pannelli e i quadri esposti. Ci aiuta per questo uno dei pittori allievi della scuola, Francesco Varani.
Ovviamente iniziamo da lui. Tra le sue opere esposte risalta un quadro di colori ad olio del lago di Bracciano e di due nature morte di funghi e di fiori di zucchine.

Molte le donne presenti. Tra esse, Silvana Amori, che è anche la responsabile del Centro Anziani. Tra le opere si evidenzia un nudo femminile e uno scorcio di paese.

Mirella Mosconi, invece, si è cimentata persino con una copia di Rénoir (donna con barboncino). Non si preoccupa affatto, per questo, della difficoltà del confronto con un mito della pittura impressionista francese. “Tanto non esistono le copie perfette, nemmeno se le facesse un grande maestro”, così risponde ad una nostra domanda. Una filosofia vincente, non c’è che dire.

Maria Pia Luzi, dipinge anch’essa copie d’autore. E che autori: Cézanne (il giocatore di carte; sembra perfetto), Constable (un paesaggio della campagna inglese), Dégas (natura morta).

Adotta Abitare A

Loredana Tiberi, dipinge da solo un anno. Ma già è sulla buona strada. Ha esposto quadri di fiori e un ritratto di ragazza, con la tecnica del carboncino.

Flavia Cioeta, invece dipinge con la tecnica della matita acquerellata. Di rilievo un quadro di bellissimi pappagalli colorati.

Lella Carnassale, dipinge da 6 anni. In rilievo c’è il suo quadro ad olio di un angolo di Roma vecchia: Porta S. Paolo.

Rosina Leoncavallo, è tra l’altro l’aiutante del responsabile della scuola. Spicca tra i suoi quadri una rappresentazione fantasiosa delle onde marine con tanto di cavalloni (quelli veri) con la criniera al vento sulla cresta dell’onda.

Carlo Di Clemente, preferisce dipingere, con matite acquerellate, immagini di fontane, angoli e scorci di paesi.

Maria Crescenti, dipinge da 5 anni. Ha esposto due quadri: uno raffigurante un lago alpino e un altro: il ponte sul Tevere di Castel S. Angelo.

Graziella Ficarazzo ha unito nei suoi quadri il sacro e il profano: una donna nuda di spalle mentre osserva il mare e una madonna con bambino.

Salvatore Villani, si cimenta con la pittura a carboncino a raffigurare nature morte.

Pasqualina Mancini, si caratterizza per la pittura a olio di scorci paesaggistici.

Marta Toson, è anch’essa una allieva alle prime armi. Di rilievo un suo lavoro a carboncino di una natura morta.

Gioia Corradi ama i ritratti; in evidenza una assorta donna mentre legge un libro.

Giacomo Di Clemente, sembra sfidare le tecniche più complesse. Un suo quadro mette infatti in rilievo due rose rosse con sui petali ben tre gocce d’acqua. E’ sulla strada buona, sembra a noi.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti