Laboratorio Analisi Lepetit

Aggredito e minacciato a largo Preneste e Guidonia l’inviato delle Iene

Camuffato da romeno, chiede una sigaretta ed è minacciato con un coltello. E per aver guardato un ragazzo rischia l'aggressione
di Maria Giovanna Tarullo - 6 Marzo 2009

Brutta esperienza per la Iena tv Paolo Calabresi. L’inviato della famosa trasmissione di Italia Uno ha subito un’aggressione nei pressi di largo Preneste mentre girava un servizio nelle vesti di un cittadino di nazionalità romena che andrà in onda venerdi 6 marzo.

Paolo Calabresi spiega che lo scopo del servizio era quello di testare il clima che si respira a Roma dopo i recenti episodi di cronaca, che hanno visto come protagonisti in negativo cittadini romeni.
Gli autori hanno deciso da subito di non far assumere all’inviato atteggiamenti provocatori, ma di dargli un atteggiamento assolutamente normale che qualsiasi italiano può portare avanti, come comprare un pezzo di pizza, chiedere delle informazioni o una sigaretta.

Nel 60% dei casi i cittadini hanno rivolto a Calabresi insulti e rifiuti, mentre nel resto dei casi la gente ha reagito in modo normale offrendo informazioni o una sigaretta”.

Ma a largo Preneste la situazione è degenerata; alla semplice  richiesta di una sigaretta un giovane ha addirittura estratto un coltello minacciando Calabresi con le seguenti parole: "Te ne devi andare, se no ti apro come una cozza” come dichiara l’inviato delle Iene. Ha iniziato poi a spintonarlo e a rincorrerlo minacciandolo costringendo Calabresi a rivelarsi, ammettendo di fare parte della redazione della trasmissione tv molto conosciuta tra i giovani. 

La Iena ha ripetuto l’esperienza anche a Guidonia, all’interno di una pizzeria, dove un giovane lo ha seguito fuori dal locale insultandolo, e accusandolo di averlo guardato troppo negli occhi. "Solo l’intervento dei suoi amici", racconta Calabresi, "ha evitato che la situazione degenerasse".

Da tutto ciò possiamo avere conferma di come il clima attuale sia pervaso da una crescente intolleranza.

Il link al video delle Iene


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti