Apollon-Lazio 2-0: capitolini qualificati come secondi del girone

Con la sconfitta contro l’Apollon Limassol è sfumato l’assalto al primo posto del Gruppo H, matematicamente in mano all’Eintracht
Marco Savo - 30 novembre 2018

Sconfitta indolore della Lazio per 2-0 in casa dell’Apollon Limassol. Un risultato ininfluente per la classifica, dato che la compagine capitolina già era qualificata ai sedicesimi di finale di Europa League.

L’unico rammarico che con questa sconfitta sfuma l’assalto al primo posto del Girone H occupato saldamente dall’Eintracht di Francoforte, che fino ad ora ha vinto tutte le gare europee. I tedeschi saranno i prossimi avversari della Lazio all’Olimpico ma quest’ultima gara del girone, prima della fase eliminatoria, perderà così ogni spunto di interesse.

Bel gesto tecnico di Faupala

In terra cipriota mister Inzaghi ha optato per un turnover moderato, dato che prima del fischio iniziale ha creduto di poter insidiare il primo posto dell’Eintracht. Una serie di seconde linee guidate dall’esperienza di Acerbi (140esima partita consecutiva per il centrale) e l’estro di Correa in avanti.

La Lazio ha provato a fare la partita fin da subito ma senza mai affondare il colpo con decisione. I biancocelesti sono sembrati fin da subito lenta e con poca qualità.

Alla mezzora la prima doccia fredda della serata, data dal gran goal che ha siglato Faupala. Il francese, marcato da Luiz Felipe, si è esibito in una pregevole rovesciata, che non ha lasciato scampo a Proto.Apollon-Lazio 2-0

Raddoppio su contropiede

Dopo poco l’inizio della ripresa Cataldi ha provato a riequilibrare l’incontro direttamente da calcio piazzato. Sugli sviluppi del seguente calcio d’angolo Caceres non è riuscito a deviare il pallone nella porta avversaria.

Apollon-Lazio 2-0La Lazio contro i modesti ciprioti ha messo insieme una serie di errori tecnici che hanno giustificato il risultato di svantaggio. Mestamente si è arrivati a dieci minuti dalla fine con i padroni di casa che in contropiede hanno raddoppiato.

Un 2 a 0 meritato, nato dalla ripartenza di Maglica bravo a sfondare centralmente per poi servire Papoulis, che a sua volta ha servito un assist facile a Markovic che a porta vuota ha depositato la sfera in rete.

Le pagelle di Apollon-Lazio 2-0

Proto 6 – Poche responsabilità sui goal subiti. Soprattutto la rovesciata di Faupala è stata imprendibile.

Bastos 5 – Nei primi minuti è andato in scivolata su un avversario in area laziale. Un intervento che poteva costare caro.

60′ Lulic 6 – Nella mezz’ora che ha giocato ha provato a scuotere i suoi, ma senza successo.

Luiz Felipe 5 – Si è fatto sorprende da Faupala che ha avuto tutto il tempo di impostare e portare a termine la rovesciata vincente.

Apollon-Lazio 2-0Acerbi 6.5 – Di gran lunga il migliore dei suoi, soprattutto per quanto riguarda l’atteggiamento in campo.

Caceres 5 – Doveva far ricredere Inzaghi che l’ha degradato a panchinaro ma in questa gara ha sbagliato molto dando ragione al mister che nelle gare che contano l’ha tenuto in panchina.

Murgia 5.5 – Ci ha messo il cuore ma non è stato facile fare il lavoro che normalmente svolge Parolo.

60′ Rossi 6 – Per il giovane laziale è stato l’esordio assoluto nelle Coppe Europee.

Cataldi 5.5 – Ha ritrovato la fascia da capitano ma purtroppo la prestazione non è stata all’altezza anche perché i compagni non l’hanno aiutato.

Berisha 5 – L’ex Salisburgo ha commesso tantissimi errori, uno dei quali ha dato il via all’azione del raddoppio cipriota.

Durmisi 4.5 – Bruttissima prestazione per lui, il suo apporto alla gara è stato nullo e per di più ha sulla coscienza anche il goal del 2-0 di Markovic.

Correa 5 – Il Tucu, decisivo contro il Milan, finalmente è partito titolare ma in questa gara sono mancate proprio le sue giocate.

Caicedo 5 – Ha provato a fare qualcosa ma non è riuscito mai a tirare in porta. Fino ad ora ha dato il meglio di sé in coppia con Immobile.

85′ Armini 6 – Il giocatore della Primavera ha avuto la gioia di esordire con la Lazio in una gara europea.

All. Simone Inzaghi 5.5 – La sua Lazio, con la qualificazione acquisita, non ha giocato bene questa gara soprattutto per quanto concerne l’atteggiamento.

Arbitro: Roi Reinshreiber (ISR) 6

APOLLON LIMASSOL

Bruno Vale 6; Joao Pedro 6, Roberge 6, Ouedraogo 5.5, Soumah 5; Spoljaric 6, Sachetti 6; Sardinero 6 (Dal 78’ Zelaya 6), Markovic 6, Schembri 6 (Dal 65’ Papoulis 6), Faupala 7 (Dal 65’ Maglica 6). All. Sofrōnīs Augoustī 6.Apollon-Lazio 2-0

Il tabellino di Apollon-Lazio 2-0

Marcatori: 31′ Faupala (A), 82′ Markovic (A)

APOLLON LIMASSOL (4-2-3-1): Bruno Vale; Joao Pedro, Roberge, Ouedraogo, Soumah; Spoljaric, Sachetti; Sardinero (78′ Zelaya), Markovic, Schembri (66′ Papoulis), Faupala (65′ Maglica). A disp.: Kissas, Stylianou, Vasiliou, Pereyra, Psychas. All.: Sofrōnīs Augoustī.

LAZIO (3-5-2): Proto; Bastos (60′ Lulic), Luiz Felipe, Acerbi; Caceres, Murgia (60′ Rossi), Cataldi, Berisha, Durmisi; Correa, Caicedo (85′ Armini). A disp.: Alia, Guerrieri, Rezzi, Wallace. All.: Simone Inzaghi.

Arbitro: Roi Reinshreiber (ISR). Assisenti: Krasikowz – Biton (ISR). IV Uomo: Mozes (ISR). ADD1: Frid (ISR). ADD2: Natan (ISR).

NOTE. Ammoniti: 19′ Murgia (L), 49′ Roberge (A), 75′ Maglica (A), 86′ Markovic (A). Recupero: 1′ pt.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti