Con “AtletiCat nati per Correre” Tommaso Colapietro e Samuel Di Giammartino per valorizzare lo Sport

La TV trasmette in diretta tutti i giovedi’ alle ore 21.00 e replicate il sabato sempre alle 21.00 su One TV canale 86 digitale terrestre o su SKY canale 897
Aldo Zaino - 20 Giugno 2017

Il 15 giugno su invito di Tommaso Colapietro sono stato ospite negli studi TV di “AtletiCat nati per Correre”, una sua creatura, in collaborazione con Samuele Di Giammartino di informazione sportiva. Le trasmissioni vanno in onda in diretta tutti i giovedì dalle ore 21.00 e sono replicate il sabato sempre alle 21.00 su One TV canale 86 digitale terrestre o su SKY canale 897.

Alla trasmissione di questi carissimi amici ho già partecipato nel 2015, dopo la mia conquista delle medaglie d’Argento individuale, e d’Oro a squadre nei  Mondiali di Grosseto fra gli Over 80.  Il canale televisivo “AtletiCat nati per Correre” è nato dal connubio fra Colapietro e Di Giammartino con l’intento di divulgare notizie sportive e cercare di evidenziare e valorizzare gli atleti di tutte le discipline sportive.

Nello studio televisivo, accogliente e ben arredato, la sera del 15 giugno oltre a me erano stati invitati anche Emilio Romita allenatore della nuova “Associazione Tecno Sport” con i ragazzi/e della squadra, e tre atleti Massimiliano Magno, Edith Ventosilla e Olexanra Vanat, che recentemente hanno partecipato alla 100 km del Passatore,  presenti ovviamente i padroni di casa il grande Tommaso e Samuele e quattro tecnici fra i quali il cineoperatore Alvaro Nocetti.

La trasmissione va in diretta e senza nessuna preparazione (scaletta) rigida, il conduttore nella maggior  parte dei casi rivolge agli ospiti presenti domande prettamente personali, sugli obiettivi raggiunti e quelli da raggiungere. Emilio Romita ha raccontato dei suoi successi nel mondo del calcio e il motivo per cui è passato all’atletica, in questa disciplina Emilio ha formato una squadra di sette studenti dell’Università (del gruppo fa parte anche proprio figlio).

Massimiliano e  le signore Edith e Olexanra hanno raccontato la loro positiva esperienza nel correre per 100 chilometri nella mitica gara del Passatore. La gioia di ultimare la corsa hanno spiegato i nostri atleti è stata più forte del dolore e della fatica.

Alle domande di Samuele anche io ho risposto con naturalezza ricordando che nel 2015 all’età di 80anni ho conquistato il 1° posto alla Maratona di Roma tempo (corsa in 4h40’) il 1° posto alla Roma Ostia (2h08’)  nello stesso anno ho conquistato la medaglia d’Argento e d’Oro a squadra agli Europei di mezza maratona di Grosseto (2h01’).

Le domande del conduttore si sono concentrate anche sui miei obiettivi futuri da podista: con molta franchezza ho risposto che mi rendo conto che a 82 anni la mia carriera d’atleta volge al  termine, al momento ho preso la decisione di non correre più con l’idea di mettermi in competizione con i miei coetanei, “corro a sensazione”,  come dire che corro come mi sento in quel preciso momento senza strafare, se poi ci sono anche dei risultati, sono felicissimo.

Durante l’ora di trasmissione, in studio sono stati proiettati dei filmati relativi a corse disputate e da fare. Si è discusso anche della sospensione del “Solstizio d’Estate Memorial Alfonso Tordi” in programma il 21   giugno nell’interno di Villa Gordiani. A riguardo Pino D’Egidio organizzatore della gara mi aveva riferito di aver annullato l’evento perché non gli sono pervenuti i permessi richiesti a suo tempo da parte del Presidente del Municipio Roma 5 e dall’Assessore Sport e dall’Ufficio Sport, La risposta negativa dell’Ufficio Sport è stata motivata dal fatto che la Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Roma Tutela Archeologica e l’ufficio Eventi non consentiva di installare strutture per manifestazioni di qualunque genere all’interno del parco di Villa Gordiani al lato sinistro in uscita da Roma direzione GRA autorizzandole viceversa solo nel lato destro.

D’Egidio, tenuto conto che nel lato destro del parco non ci sono le condizioni per realizzare un circuito e soprattutto in considerazione delle limitate strutture necessarie per lo svolgimento dell’evento consistenti soltanto in n. 2 tavoli necessari per il cronometraggio e il ristoro post gara per gli atleti e n. 4 gazebo misure 4×4 metri (n.2 da adibire a copertura dei suddetti tavoli e n.2 da adibire a spogliatoio), ha perciò rinunciato allo svolgimento dell’evento.

Un vero peccato nell’ambito delle corse podistiche perché il “Solstizio d’Estate Memorial  Alfonso Tordi”, giunto alla decima edizione, era diventato un evento importante della Capitale, un fiore all’occhiello del V Municipio, un’occasione per far conoscere agli atleti provenienti dai municipi limitrofi le bellezze di Villa Gordiani.
In breve e in conclusione la trasmissione T.V. “AtletiCat nati per Correre” guidata da Tommaso Colapietro e Samuele Di Giammartino con la loro esperienza acquisite come atleti, e televisive riesce a diramare importanti notizie per  valorizzare e far crescere il mondo dello sport.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti