Bracciano: inaugurato cineforum “Il Gusto della Memoria”

Il vicesindaco Nardelli: "Un'operazione molto positiva”
Enzo Luciani - 8 Settembre 2012

 “E’ un riscoprire la memoria, una operazione molto positiva che peraltro si svolge nel convento degli Agostiniani che custodisce la memoria locale con il museo civico e l’archivio storico”. Così il vicesindaco e assessore alle Politiche Culturali Gianpiero Nardelli commenta l’iniziativa inaugurata il 7 settembre sera a Bracciano “Il Gusto della Memoria”, primo cineforum dedicato alla ricostruzione della memoria collettiva attraverso il restauro, la digitalizzazione e la condivisione di filmini privati in formati amatoriali che prosegue l’8 e il 9 settembre. 

“Vorrei – sottolinea ancora Nardelli, – con Cecilia Pagliarani, direttore di nosarchives.com, andare al di là di questo primo evento prevedendo uno spazio dove poter custodire i filmati che si andranno a raccogliere”.

La manifestazione è organizzata dall’Associazione per la salvaguardia della memoria filmica amatoriale Come Eravamo con il patrocinio del Comune di Bracciano – Assessorato alle Politiche Culturali in collaborazione con Slow Food e L’agone.

La serata inaugurale è stata dedicata a Bracciano. In apertura la proiezione de “Il Maglio”, documentario di Renzo Renzi, appassionato videoreporter braccianese, incentrato sulla lavorazione del ferro. Grazie all’acquisizione e al restauro di materiale filmico proveniente dal fondo famiglia Tondinelli, fondo famiglia Pagliarani, fondo famiglia Renzi è stata poi la volta di un montato che ha riproposto storia, mode e tradizioni della Bracciano degli anni Cinquanta e Sessanta e dei paesi intorno al lago.

Il Cineforum propone poi l’8 settembre dalle 20.30 un viaggio nell’Italia degli anni Sessanta con un focus sulle bellezze della città eterna, immagini di Venezia, l’eruzione del Vesuvio del 1928 vista da un coraggioso escursionista – reporter, le Cinque Terre, Capri, Montecatini, Firenze, le Dolomiti e un assolato tour in Sicilia tra Taormina, Messina fino alla scalata dell’Etna.

Domenica 9 settembre dalle 20.30 il programma prevede una panoramica su alcune delle più suggestive parti del mondo viste dagli occhi di improvvisati reporter. Portogallo, Messico, l’arrivo a New York nel 1956 in transatlantico, immagini de Le Grand Ball Populaire di Parigi e poi Spagna, Francia e Israele fino agli antichi riti tribali dell’Africa nera.

Ad accompagnare le serate le degustazioni di Slow Food Bracciano: l’Azienda Agricola Valle Luterana dei fratelli Gentili propone una selezione di formaggi, Gli Orti di Anguillara la crema di broccoletti, Gli Orti dell’Imperatore sottolii e conserve e Veloce 04 di Fabio Caprioli la birra artigianale.

Inoltre, per i bambini dai 6 anni dalle ore 20:30 verrà allestita una sala proiezioni con cartoni animati e film per bambini con dolcetti e tisana.

Adotta Abitare A

Biglietti: adulti prima serata 8 euro, serate successive 3 euro, bambini 4 euro


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti