Chievo-Lazio 1-1: pari di rabbia

La Lazio a Verona contro il Chievo ha buttato via un tempo, accontentandosi di un pari che ha lasciato l’amaro in bocca. Cronaca, pagelle, tabellino e videosintesi
Marco Savo - 3 dicembre 2018

Tanta delusione nell’ambiente Lazio dopo il pareggio di Verona contro il Chievo per 1-1, nella 14ª giornata della Serie A Tim.

La squadra di Inzaghi non riesce più a vincere e contro l’ultima della classe ha giocato solo un tempo, più precisamente il secondo dopo che nel primo è rimasta a guardare le scorribande dei padroni di casa.

La rabbia è stata tanta perché senza lo scellerato primo tempo, dove il Chievo si è portato meritatamente in vantaggio con Pellissier, nella ripresa la Lazio trascinata da Immobile è stata vicinissima a vincere la gara e solo il palo ha fermato il sinistro ad incrociare del bomber biancoceleste.

E dopo questa trasferta carica di delusione, preceduta dalla brutta prova contro l’Apollon Limassol, Lotito ha mostrato i muscoli alla squadra mandandola in ritiro, un po’ per scaricare tutte le colpe su Inzaghi e non su di lui e Tare che questa squadra l’hanno costruita conoscendone i pregi ed ignorando i tanti difetti.chievo-lazio 1-1

Lazio assente ingiustificata

Nell’undici inziale, con Luis Alberto fuori e neanche convocato, il mister laziale ha lanciato dal primo minuto Correa a supporto di Immobile. Fin dai primi minuti il Chievo ha fatto capire alla Lazio che al Bentegodi non sarebbe stato facile, con Strakosha che è stato subito decisivo su Pellissier.

chievo-lazio 1-1La squadra di casa, rigenerata dalla cura Di Carlo, ha fatto tanto pressing che ha impedito alla Lazio di creare occasioni da goal. Al 25’, dopo un contropiede perfetto portato avanti da Birsa, Pellissier ha regalato ai suoi il meritato vantaggio. La Lazio è sembrata in bambola e per fortuna in primo tempo è finito solo con un goal di scarto.

Ripresa d’assalto

Nella ripresa Inzaghi ha cambiato modulo inserendo Caicedo per Radu e schierando la squadra con il 4-3-1-2. Pronti e via Strakosha ha rischiato la frittata rinviando addosso a Pellissier, ma per sua fortuna ha rimediato immediatamente all’errore.

Nel proseguo della gara però si è vista subito un’altra Lazio rispetto al primo tempo. Al 54’ Immobile ha impegnato severamente Sorrentino, dopo una grande giocata di Correa. Al 66’ il bomber laziale ha firmato il pareggio, con un gran gol dopo un bello scambio con Correa.

Immobile è sembrato incontenibile ed al 76’ solo il palo gli ha negato la gioia della doppietta personale. La Lazio l’ha voluta vincere ed ha schiacciato il Chievo nella propria area, al 81’ Badelj ha sfiorato il palo. Al 90’ infine si è potuta consumare una beffa clamorosa ma per fortuna Pellissier ha sbagliato il controllo decisivo a tu per tu con Strakosha.chievo-lazio 1-1

Le pagelle di Chievo-Lazio 1-1

Strakosha 6 – Incolpevole sul goal subito ed è stato autore di alcune buone parate, ma ha commesso degli errori in disimpegno che hanno fatto tremare i polsi ai tifosi laziali.

Wallace 5 – Prestazione buona ma condita da qualche immancabile black-out, che non hanno prodotto danni.

Acerbi 6 – Il centrale è sempre una sicurezza anche se ha sbagliato nell’intervento su Birsa in occasione del goal dei padroni di casa. Si è riscattato nella ripesa con una svicolata che ha disinnescato un altro contropiede.

Radu 5 – Prestazione anomia per il veterano biancoceleste. Ad inizio ripresa Inzaghi l’ha sacrificato per cambiare modulo inserendo Caicedo.

46′ Caicedo 6.5 – Il suo ingresso ha messo in difficoltà la difesa clivense, creando quegli spazi dove si è infilato Immobile.

Marusic 4.5 – L’esterno montenegrino sta vivendo un’involuzione spaventosa: mai una discesa, mai un cross. Che succede?

55′ Patric 6 – Il biondo spagnolo ha giocato una gara discreta, d’altronde non era difficile fare peggio di Marusic.

Parolo 5.5 – Il centrocampista azzurro si è distinto per qualche insidioso tiro verso Sorrentino e niente più.

Badelj 5 – Contro il Milan aveva offerto una prova discreta ma in questa gara no, facendo rimpiangere pesantemente Lucas Leiva.

82′ Berisha sv.

Milinkovic 5 – Mister 100 milioni ha giocato l’ennesima prova deludente di questa stagione. Ma siamo sicuri che vale la cifra richiesta quest’estate da Lotito?

Lulic 6 – Molto meglio nella ripresa quando ha giocato da terzino. Da un suo errore nel primo tempo è partito il contropiede di Birsa finalizzato da Pellissier.

Correa 6.5 – Come tutta la squadra ha giocato un solo tempo, soprattutto dopo che Inzaghi ha inserito Caicedo. Dietro alle due punte, nel ruolo di trequartista, è stato devastante.

Immobile 6.5 – Nella ripresa è stato incontenibile, anche grazie all’intesa con Correa. Il bomber ha siglato il pareggio e solo il palo gli ha negato la gioia della doppietta personale e del 10° goal in campionato.

All. Simone Inzaghi 5.5 – Perché la Lazio ha giocato solo un tempo? Nella ripresa ha dato l’impressione di poter vincere la gara a mani basse ed invece ora stiamo commentando un risultato deludente, che tra l’altro ha permesso al Milan di superare la Lazio in classifica al 4° posto.

CHIEVO VERONA

Sorrentino 6.5; Depaoli 6.5, Bani 6.5, Rossettini 6, Barba 6.5; Obi 6 (Kiyine 6.5), Radovanovic 6.5, Hetemaj 6.5; Birsa 6.5 (Djordjevic 5.5); Meggiorini 6 (Cacciatore 6), Pellissier 7. All. Domenico Di Carlo 6.5.

Arbitro: Fabio Maresca (sez. Napoli) 6.chievo-lazio 1-1

Tabellino di Chievo-Lazio 1-1

Marcatori: 25′ Pellissier (C), 66′ Immobile (L)

CHIEVO VERONA (4-3-1-2): Sorrentino; Depaoli, Bani, Rossettini, Barba; Obi (73′ Kiyine), Radovanovic, Hetemaj; Birsa (71′ Djordjevic); Pellissier, Meggiorini (60′ Cacciatore). A disp.: Semper, Caprile, Tanasijevic, Rigoni, Cesar, Burruchaga, Giaccherini, Leris, Stepinski. All.: Domenico Di Carlo.

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu (46′ Caicedo); Marusic (55′ Patric), Parolo, Badelj (82′ Berisha), Milinkovic, Lulic; Correa; Immobile. A disp.: Proto, Bastos, Caceres, Luiz Felipe, Lukaku, Patric, Durmisi, Cataldi, Murgia, Rossi. All.: Simone Inzaghi.

Arbitro: Fabio Maresca (sez. Napoli). Ass.: Ranghetti – Pagliardini. IV uomo: Rapuano. VAR: Aureliano. AVAR: Bindoni.

NOTE. Ammoniti: 22′ Depaoli (C), 29′ Radu (L), 51′ Radovanovic (C), 60′ Rossettini (C), 93′ Correa (L), 94′ Cacciatore (C). Recupero: 1′ pt; 5′ st.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti