Cinema Palazzo, Miccoli (Pd): appello alla magistratura per soluzione condivisa

Una nota di Marco Miccoli, Segretario del Partito Democratico di Roma
Enzo Luciani - 22 Novembre 2011

“L’apertura di un’inchiesta da parte della Magistratura sul cinema Palazzo anche nei confronti del possibile progetto della società Camelie circa l’apertura di un casinò, da una parte è sicuramente e doverosamente giudicato con positività dall’altra suscita però una preoccupazione relativa alla possibilità che vengano apposti dei sigilli e si operi uno sgombero. Noi pensiamo invece che il lavoro della Magistratura possa completarsi senza trasformare l’occupazione del cinema Palazzo in una questione di ordine pubblico. Esistono strumenti alternativi ai sigilli e allo sgombero che possono essere presi in considerazione. Tali strumenti consentirebbero sia alla magistratura di svolgere il proprio legittimo compito, sia agli occupanti e ai cittadini di San Lorenzo di mantenere le attività che vi si svolgono e quindi un presidio di garanzia che eviti appunto prove di forza non utili in questo momento. E’ stata avviata una trattativa con Comune e Municipio che sta aprendo alla possibilità di soluzioni condivise. E’ quindi necessario rivolgere un appello alla magistratura ed alla Prefettura per dare tempo affinché questa possibilità possa arrivare ad una soluzione positiva e concordata anche con la proprietà. E’ questo l’appello che come PD mi sento in queste ore di effettuare rimanendo a disposizione per il confronto e le opere di mediazione necessarie.” Così in una nota Marco Miccoli, Segretario del Partito Democratico di Roma. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti