Domenica 25 ottobre la Festa delle carni in viale Togliatti

In occasione dei 40 anni del Centro Carni. Dalle 11 alle 17 gli operatori offriranno grigliate a tutti i romani
Sergio Scalia - 22 ottobre 2015

La Festa delle carni si svolgerà domenica 25 ottobre 2015 dalle 11 alle 17 e l’accesso avverrà dall’ingresso di viale Togliatti 1280.

Sarà disponibile per le auto quella parte del parcheggio sullo square di viale Togliatti più vicina all’ingresso dello stabilimento.

unnamed1Nell’agosto del 1975 chiudeva il mattatoio di Testaccio e gli operatori si trasferivano nel nuovo Centro Carni di viale Togliatti. Il nuovo stabilimento si estende su un’area di 23 ettari e per realizzarlo il Comune spese oltre 350 Mld   di lire, pari a oltre 175 milioni di Euro.

I moderni impianti di macellazione e la presenza costante dei veterinari ASL hanno assicurato in questi 40 anni una fornitura di carni sempre garantite sul piano della sicurezza sanitaria, cosa che non avviene in molte zone dove prevalgono fenomeni di macellazione clandestina o poco controllata.

Inoltre la funzione annonaria dello stabilimento ha svolto un ruolo di calmiere dei prezzi assicurando ai romani un assortimento di prodotti a un prezzo che risulta tra i più bassi a livello nazionale ed europeo.

Purtroppo in questi ultimi anni gli operatori hanno dovuto difendere lo stabilimento dai tentativi di speculazione edilizia concretizzatisi sotto la Giunta Alemanno con un piano di assetto che prevedeva oltre 2000 appartamenti, con palazzi di 15 piani e con una delibera del Consiglio Comunale che cedeva l’area all’AMA per ottenere un prestito dalle banche.

Per sventare questo pericolo il “Comitato contro la speculazione sul Centro Carni” ha raccolto oltre 8 mila firme presentando una delibera di iniziativa popolare, che chiedeva di far tornare al Comune di Roma il possesso dell’area.

Area Centro Carni viale Togliatti

Area Centro Carni viale Togliatti

Anche con la Giunta Marino, pur cancellando il vecchio piano di assetto, si è insistito per il trasferimento degli operatori presso il CAR di Guidonia in un’area pari ad 1/15 dell’attuale e senza impianto di macellazione, ma il Consiglio Comunale ha bloccato in fase di discussione del bilancio il conferimento di fondi al CAR per realizzare questo sito alternativo e nel mese di settembre sono stati finalmente stipulati i nuovi contratti di affitto degli operatori per 6 anni più 6, mettendo fine per il momento ai tentativi di vendita e di sgombero dell’area. In questi ultimi mesi la produzione di carne è aumentata grazie anche all’affitto di spazi che per anni erano rimasti inutilizzati, con un grave danno erariale per il Comune.

La produzione si è anche specializzata per fornire carne alle comunità ebraiche ed islamiche, ottenendo tutte le autorizzazioni necessarie per le macellazioni rituali.

Quella di domenica 25 vuole comunque essere una festa per tutti, in cui i cittadini romani potranno conoscere da vicino lo stabilimento e, d’intesa con il Municipio, gli operatori chiederanno al Comune di riattivare quella apertura settimanale, già presente alcuni anni fa, in cui tutti i cittadini possono accedere allo stabilimento per acquistare la carne ai prezzi d’ingrosso.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti