Municipi: | Quartiere:

Ettore Scardecchia e Stefania Pellis vincono il Caffarella Cross Trofeo LBM Sport

Si è corso il 26 marzo lungo i sentieri del meraviglio Parco della Caffarella con oltre 400 atleti partecuipanti

Fortunati gli atleti che alla vigilia di Pasqua hanno accolto l’invito del Comitato AICS Roma per partecipare al Caffarella Cross Trofeo LBM Sport, gara si è svolta nell’omonimo Parco di Roma sabato 26 marzo 2016.

Il Parco della Caffarella, grazie alla giornata assolata, si è mostrato agli occhi dei concorrenti con il colore verde vivo della primavera.

partenzacafOltre quattrocento gli atleti che hanno preso il via presso Largo Tacchi Venturi con qualche minuto di ritardo rispetto all’ora stabilita prevista (ore 15.00) per dare la possibilità agli atleti ritardatari di compiere l’iscrizione di partecipazione.

Partenza quindi alle 15.15 dopo il minuto di raccoglimento in ricordo delle vittime della strage di Bruxelles. I concorrenti prima d’inoltrarsi nei viali del Parco, sono passati di nuovo nel punto di partenza, dove fotografi e tifosi hanno incitato i concorrenti a dare il meglio di sé lungo i 6.800 metri previsti prima di raggiungere il traguardo.

4274eb73-cc8d-4a87-9ed6-f6c7067fff8aCome avviene per i cross, il percorso era tutto sterrato, con tratti pianeggianti, e altri ondulati, con dei punti molto scoscesi, da richiedere da parte dei concorrenti molta attenzione. Insomma un cross adatto ad atleti esperti.

Le premiazioni si sono svolte sul posto subito dopo l’arrivo dell’ultimo concorrente, alla presenza di Umberto Soldatelli Vice Presidente Coni Lazio, coadiuvato da Roberto Tognalini e diversi elementi del suo Staff. Molto efficace il ruolo di Saverio Rudi  speaker della manifestazione sportiva

Dopo le premiazioni degli assoluti, si sono svolte quelle di categoria, iniziando con le donne secondo quelle stabilite dalla Fidal, per proseguire dopo con quelle degli uomini.

vecchiettiUn tripudio di applausi da parte dei presenti ha accolto l’annuncio dei nomi degli ultra 75enni per le premiazioni. Tra i cinque Carmine Pacifico classe 1931, Campione Italiano sui 4000 metri titolo conquistato lo scorso il 26 febbraio al Palaindoor di Ancona. Questi “vecchietti”, è stato ricordato durante le premiazioni spesso si trovano a confrontarsi con atleti più giovanbi delle categorie inferiori, perché molti organizzatori escludono nelle corse la loro specifica categoria. Non in questa corsa dove questi atleti veterani hanno ottenuto il giusto il riconoscimento.

Lo speaker nell’elencare i loro nomi e i tempi di percorrenza, ha ribadito l’importanza di ricordare i loro nomi insieme a quelli di tanti altri Over che sono sempre presenti nelle tante corse podistiche che si svolgono nel Lazio e in tutto il territorio italiano, contribuendo a fare grande negli sport in modo particolare la disciplina del Podismo, spesso definito uno sport povero, ma ricco di vita, di socialità e di solidarietà.

atletiLe società che si sono classificate in base al numero di partecipanti nell’ordine. Podistica Solidarietà, LBM Sport, e il G.S. di Roberto Tognialini. I presidenti dei tre G. S. hanno devoluto parte della vincita all’Associazione Casa Ronald Roma Bellosguardo, che si propone di costruire una casa per accogliere i famigliari dei malati ricoverati negli ospedali.

Ordine d’arrivo della gara:

Uomini – Primo Ettore Scardecchia,  Gruppo Sportivo Running Evolution, (00:21:09) seguito da Gian Pietro Atanasi,  LBM Sport Team,  (00:21:45). Al terzo posto si è classificato Daniele Pegorer, Podistica Solidarietà, (00:23:00).

Classifica donne – Vince Stefania Pellis, Free Runners, (00:26:19),  al secondo posto  si è classificata Alessandra Celletti, Scavo 2000 (00:26:49), seguita da Anna Giunchi G.S. Gabbi 00:27:23).


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati