“Football Cares”: un gioco di squadra per arginare la crisi umanitaria

Sarà inaugurato martedì 8 settembre il progetto promosso dall'A.S. Roma per raccogliere fondi a favore dei rifugiati
Mariagaia Metrangolo - 6 Settembre 2015

Prende il via ufficiale martedì 8 settembre l’iniziativa benefica lanciata dai manager italiani e promossa dall’AS Roma tramite il programma ‘Football Cares’. Una nuova sfida che mira ad unire le diverse associazioni sportive italiane e straniere al fine di dare un apporto concreto alle principali fondazioni benefiche in un periodo, quale quello che stiamo vivendo, di totale emergenza umanitaria.

pallottaL’iniziativa prevede la messa all’asta delle maglie dei calciatori (o la raccolta di donazioni personali) offerte dai professionisti dei grandi club nazionali ed internazionali. Il ricavato della vendita sarà totalmente devoluto alle quattro associazioni designate: UNHCR, Save The Children, International Rescue Committee e Croce Rossa.

La società giallorossa spiega: “Football Cares è un programma che nasce con la speranza di vedere i club e i tifosi mettere da parte ogni rivalità e unire i propri sforzi per destinare fondi ad associazioni benefiche impegnate ad arginare la sempre più crescente crisi umanitaria”.

Sarà proprio il presidente James Pallotta, promotore e strenuo sostenitore del progetto, ad inaugurare questa nobile iniziativa attraverso una donazione personale.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti