Gay Español al Nuovo Cinema Aquila

Dal 27 al 29 settembre cinema omosessuale spagnolo dai ’60 ad oggi
Enzo Luciani - 22 Settembre 2010
Abitare A Settembre 2019

Parte la rassegna dedicata al cinema gay iberico, un excursus che prende le mosse dagli anni ’60 con i suoi primi velati riferimenti per arrivare alla narrazione distesa degli ultimi anni, passando per gli eccessi trasgressivi della fine della dittatura – con un ospite d’eccezione: il regista Ventura Pons. Ingresso proiezioni €5,00.

Si inaugura lunedi 27 settembre la tre giorni interamente dedicata al cinema omosessuale spagnolo, proposta all’interno della III Festa del Cinema Aquila. Il focus è organizzato dall’Istituto Cervantes di Roma e da Fabian Art Society in collaborazione con la Filmoteca Española. Ad aprire le celebrazioni, il pioniere del cinema gay in Spagna Ventura Pons, autore di splendide pellicole come Ocaña, retrat intermitent (1978), Carícies (1997), Amic/Amat ( 1998), Food of Love (Manjar de amor, 2002), Barcelona – un mapa (2007), che incontrerà il pubblico alle ore 20.30.

Durante i tre giorni di programmazione Gay Español proporrà una rassegna storica dei film a tematica gay in Spagna, dai primi film degli anni Sessanta che hanno timidamente affrontato l’argomento, riuscendo ad eludere in maniera del tutto eccezionale la rigorosa censura dell’epoca, fino al cinema gay e lesbico più recente, lontano finalmente da tutti i tabù.

Basato su una selezione di sette film, il ciclo di Gay Español persegue una visione evolutiva dell’omosessualità come dato sociale e culturale, con un occhio particolare alla sua rappresentazione su celluloide.

A partire dagli anni Sessanta, nel corso dei quali l’argomento era ancora trattato in maniera velata, fino all’evidente contrasto con gli esempi più rappresentativi dell’epoca della trasgressione che ha prevalso alla fine della dittatura, il programma si concluderà affrontando le tematiche gay più distese e meditate che hanno preso piede nel cinema omosessuale degli ultimi tempi.

Tantissimi i titoli proposti, da Diferente di Luis María Delgado (1961), a Entre tinieblas di Pedro Almodóvar(1983), fino a Azul oscuro casi negro di Daniel Sánchez Arévalo (2006).

Contemporaneamente, durante i tre giorni del festival, presso la Galeria Cervantes in Piazza Navona 91 saranno proiettate ininterrottamente le tre stagioni della miniserie gay-themed spagnola Lo Que Surja (LQS): puntata per puntata la prima fiction nata per il web verrà presentata anche al pubblico italiano.

Gay Español dal 27 al 29 settembre al Nuovo Cinema Aquila
Per info: www. roma.cervantes.es


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti