Giudizio Universale: il capolavoro di Michelangelo prende vita all’Auditorium della Conciliazione

Lo show multimediale sarà in scena fino al 31 maggio
Ambra Di Chio - 26 Marzo 2018

“Giudizio Universale. Michelangelo ed i segreti della Cappella Sistina” è il nome dello show multimediale che sarà in scena, fino al prossimo 31 maggio, presso l’Auditorium Conciliazione. Lo spettacolo, della durata di sessanta minuti, porta la firma del direttore creativo Marco Balich ed è stato realizzato con la consulenza scientifica dei Musei Vaticani.

Sarà proprio la voce narrante del Buonarroti – interpretato dall’attore Pierfrancesco Favino – ad illustrare agli spettatori la nascita di uno dei suoi più grandi capolavori: a partire dalla commissione degli affreschi della volta da parte di Papa Giulio II fino ad arrivare alla realizzazione vera e propria del Giudizio Universale che prenderà vita nel corso dello spettacolo, nello spazio circostante, grazie ad un sistema di proiezioni immersive a 270°.

Ad accompagnare i visitatori lungo questo viaggio multisensoriale ci sarà il tema musicale principale composto da Sting che, per l’occasione, ha arrangiato ed interpretato il testo latino del Dies irae, una composizione poetica del XIII secolo. Inoltre, lo spettacolo sarà arricchito dalle musiche del compositore e violinista John Metcalfe che nel corso della sua lunga carriera ha lavorato, in veste di arrangiatore e produttore, con celebri band come U2, Blur e Coldplay.

“Giudizio Universale. Michelangelo ed i segreti della Cappella Sistina” rappresenta la prima produzione di Artainment, una società che è stata creata con l’obiettivo di dare vita ad una nuova forma di intrattenimento in cui il mondo dell’arte incontra quello dello spettacolo tramite una commistione di proiezioni immersive, performances dal vivo, sorprendenti effetti scenici e musiche dal grande impatto emotivo.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti