Houdini, l’ultimo mago

Un film da vedere con Guy Pearce, Catherine Zeta Jones, Timothy Spall, Saoirse Ronan Jack Baile
di Marco Piervenanzi - 2 Maggio 2009

Edimburgo, inizi del 900. Consuete immagini di città nebulose. Quella parte d’Europa che è un piacere vedere impressa su una pellicola. Grandi platee attratte da saltimbanchi itineranti. Niente virtuale, zero tv, pubblici che si accontentavano dell’intrattenimento che regalava l’epoca.
Houdini è un mago che delizia la gente con numeri che fanno il pieno nei teatri e nelle piazze in ogni dove. E’ lui, interpretato da Guy Pearce, il protagonista del film: esercizi di apnea in una cabina piena d’acqua fino a cedere dinnanzi alle proposte di una bella e misteriosa donna che le promette un contatto con la madre scomparsa. Questo incontro tra due medium, lei e lui, aggiungono poesia alla storia di questo uomo singolare.
La vita riserva sempre sorprese e contrariamente ai piani iniziali la donna, interpretata dall Zeta-Jones in una parte che le calza a pennello per il suo fascino e la sua aria magica, subisce il fascino del mago.
Poi, come in una favola, un epilogo crudele commuove lo spettatore che adotta le gesta di un piccolo uomo estroso e fuori dal comune.

Fotografia e interpretazioni degne di nota ma dentro una trama un pò scarna che impedisce un vero decollo. Da vedere, diciamo così, per l’ambientazione che da sola vale lo sforzo produttivo.

Gb Australia 2007 durata 93’. Regia di Gillian Armstrong con Guy Pearce, Catherine Zeta Jones, Timothy Spall, Saoirse Ronan Jack Baile.

Il trailer di Houdini


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti