Il Centro Sacro Cuore festeggia i suoi primi 25 anni

Domenica 27 ottobre 2013 una giornata ricca di iniziative a Colli Aniene
di Federico Carabetta - 14 Ottobre 2013

Il Centro Sacro Cuore di Viale Bardanzellu a Colli Aniene festeggia il XXV anniversario dalla sua fondazione. Per ben celebrare la ricorrenza le Ancelle del Sacro Cuore preparano, per domenica 27 ottobre, una giornata di grandi festeggiamenti. Giornata dedicata alla memoria di Suor Lidia Abbate fondatrice e direttrice per molti anni del Centro, attivissima nella beneficenza multiforme rivolta ai bisognosi.

Precederà una celebrazione puramente religiosa, poi i protagonisti della giornata saranno i giovani che si cimenteranno nelle varie attività sportive del Centro, a loro faranno ala le rispettive famiglie.

Tra le numerose attività del giorno è prevista pure la proiezione di un filmato commemorativo della storia del complesso e una mostra di fotografie rievocative degli avvenimenti memorabili che hanno scandito gli anni della struttura e della comunità religiosa.

Centro Sacro Cuore 2Le Ancelle offriranno infine un ricco buffet e, dulcis in fundo (è proprio il caso di dirlo), una mega torta di compleanno con tanto di candeline.

Sarà, senza dubbio, una giornata memorabile con grande partecipazione del quartiere e di tutti coloro che, al presente o in passato, hanno goduto di questa bella realtà per il loro benessere psicofisico e degli altri, numerosi, che qui hanno trovato il conforto dello spirito e non solo.

In tutto questo fervore sarà ben avvertita la mancanza, il rimpianto per la grande figura della fondatrice, suor Lidia Abbate di recente scomparsa. Il suo spirito però sarà certamente presente e percepibile come il suo ricordo vivissimo.

Dalla grande documentazione fotografica di Suor Maria scegliamo una foto altamente emblematica, quella che ritrae, 25 anni orsono, le due grandi figure che hanno voluto e fatto la storia del Centro Sacro Cuore, il cardinale Ugo Poletti e Suor Lidia Abbate. Fu infatti il cardinale Poletti, agli inizi degli anni ’80, a promuovere la migrazione delle religiose dal centro città in periferia e l’istituzione quindi del Centro stesso, come fu suor Lidia Abbate a realizzare concretamente il Centro, ad iniziare dalla scelta del luogo. Fu sempre lei a volere che il Centro fosse rivolto principalmente ai giovani perché potessero attraverso lo sport sensibilizzarsi e maturare in un ambiente sano e confortevole e poi affinché anche gli abitanti di questo negletto quartiere di periferia avessero un luogo ideale d’incontro e socializzazione attraverso attività culturali e di svago.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti